Cerca
Close this search box.

Sangue sulle strade aretine. Muore nella notte ragazzo di 20 anni. Era militare dell’esercito

Il dramma si è consumato ieri notte, attorno alle 1, quando il rumore di una macchina cappottata ha squarciato il silenzio all’altezza di Ruscello, alle porte di Arezzo. E le conseguenze di questo drammatico incidente stradale sono state pesantissime, perché a rimetterci la vita è stato un ragazzo di appena vent’anni, Paolo Berbeglia, militare dell’esercito presso il Genio Ferrovieri di Bologna. Nell’incidente altri tre occupanti del mezzo, tutti giovanissimi, che sono rimasti feriti in maniera più o meno grave.

 

 

La dinamica precisa di quanto accaduto è al vaglio dei Carabinieri, giunti sul posto insieme ai vigili del fuoco, alla Croce Bianca di Monte San Savino, all’automedica di Arezzo e alla Misericordia di San Giustino Valdarno. I quattro ragazzi, tutti di Arezzo, si trovavano all’interno di una Volkswagen Polo. Improvvisamente l’autovettura ha perso aderenza con la strada e si è capovolta, abbattendo anche un palo della luce e finendo la sua corsa vicino ad un fossato laterale (in alto la foto della vettura incidentata tratta da Arezzo24). La scena che si è presentata ai soccorritori è stata drammatica. Il militare era seduto nel lato posteriore e a niente sono valsi i disperati tentativi di salvargli la vita. Un 21enne e un 20enne sono stati trasportati in codice giallo al San Donato, un altro ragazzo di 20 anni in codice rosso alle Scotte di Siena con il Pegaso. Per fortuna non appare in pericolo di vita. Un’altra giovane vita stroncata sulle strade aretine. In questi anni, purtroppo, non è stata l’unica.

Articoli correlati