Cerca
Close this search box.

A scuola di legalità con la Polizia di Stato. All’IC Masaccio l’iniziativa del Consiglio dei Ragazzi in memoria di Paolo Borsellino

Il Consiglio dei Ragazzi dell’Istituto Comprensivo Masaccio, nell’ambito delle proprie attività, ha promosso un incontro di rilievo con la Polizia di Stato sui temi della cittadinanza attiva e della legalità, rivolto alle alunne e agli alunni delle classi quinte della scuola primaria.

Aperta sulle note dell’Inno di Mameli, eseguito dai docenti di Educazione Musicale Giuseppe D’Angelo alla tastiera e Andrea Soldani al trombone, la cerimonia ha visto gli interventi del dirigente scolastico Francesco Dallai, della prima cittadina di San Giovanni Valentina Vadi, della presidente dell’Associazione Nazionale – Polizia di Stato OdV Gruppo di Volontariato di Arezzo Anna Maria Esposito e del referente di Libera – Valdarno Piero Ermini.
Ai saluti è seguito il momento forte della cerimonia di consegna dell’Ulivo della Legalità con l’intitolazione del Giardino scolastico alla memoria del magistrato Paolo Borsellino.
Gli ospiti, gli studenti e le insegnanti dei plessi “Don Milani” e “Rodari” si sono quindi spostati nell’aula della legalità dedicata a Giovanni Falcone dove i bambini, con la loro spontaneità, si sono confrontarsi con due giovanissime agenti di Polizia e con i volontari dell’ANPS.
“E’ stato approdondito – sottolineano i docenti che coordinano il Consiglio dei Ragazzi – il ruolo della Polizia di Stato come garante della legalità, della Costituzione e del rispetto delle regole. Dalle numerose domande sono emersi momenti di riflessione sull’impegno quotidiano per il bene comune e il contrasto alla criminalità e alla violenza”.
Non sono mancati, inoltre, i racconti di esperienze personali e le informazioni chieste da alunne e alunni su come si diventa poliziotti
“Siamo certi – affermano ancora dal Comprensivo Masaccio – che l’evento abbia contribuito ad accrescere la cultura della legalità nelle nostre studentesse e nei nostri studenti per prevenire e atteggiamenti sbagliati e far leva sul senso di responsabilità dei cittadini di domani”.
Confindando di aver trasmesso ai bimbi intervenuti principi e valori da preservare nella crescita il Consiglio dei ragazzi, i Docenti referenti del progetto e il preside, ringraziano sentitamente tutti coloro che hanno reso possibile l’iniziativa.
Un”grazie” particolare è stato infine rivolto al Questore di Arezzo Maria Luisa Di Lorenzo, che ha assicurato la presenza del personale della Questura, contributo fondamentale per la riuscita della manifestazione.

Articoli correlati