Cerca
Close this search box.

Donazioni di sangue. Buoni i numeri in provincia di Firenze nel 2023 ma in Valdarno solo Rignano segna un lieve incremento

L’estate è il periodo dell’anno nel quale purtroppo calano le donazioni di sangue e quindi gli appelli si moltiplicano. Comunque i numeri in provincia di Firenze sono buoni, perlomeno quelli riferiti allo scorso anno. Lo dice l’ultimo report stilato da Avis Regionale Toscana, in relazione all’anno 2023. I dati sono stati pubblicati nel corso della 53esima assemblea dell’Associazione. Lo scorso anno le donazioni totali nella provincia sono state 8.889, in sostanziale tenuta rispetto a quelle dell’anno precedente (- 2% circa). Dei 6.321 soci donatori totali, la fascia d’età che ha portato proporzionalmente il maggiore contributo è stata quella compresa tra i 46 e i 55 anni (25% circa), seguita dal segmento 26/35 anni (21% circa). Segnali incoraggianti provengono, nel frattempo, dal fronte dei nuovi soci Avis: qui si evidenzia infatti un buon ricambio generazionale, con una media di 3 under 35 su 10 che sono diventati donatori nel corso del 2023.

A livello dei singoli territori, per quanto concerne la zonale dell’area fiorentina Mugello – Val di Sieve, è da segnalare l’ottima performance del Comune di Bagno a Ripoli, che nel 2023 ha fatto segnare un aumento pari ad un +22% circa in termini di donazioni. Bene anche, nella zonale Scandicci – Le Signe, le performance di Malmantile (+ 8%) e Campi Bisenzio (+ 5%). Segnalata purtroppo qualche difficoltà in più nella zona del Valdarno fiorentino, dove soltanto il Comune di Rignano guadagna un + 1%.

“Un quadro di sostanziale tenuta complessiva – è il commento della presidente di Avis regionale, Claudia Firenze – che ci deve indurre a due considerazioni. Da un lato evidenzia come il sistema riesca a consolidarsi, mantenendo intatta la sua credibilità anno dopo anno. Dall’altro, mette in luce come adesso serva un ulteriore cambio di marcia, uno sprint, per alimentare ulteriormente questa indispensabile filiera della solidarietà”.

 

Articoli correlati