Cerca
Close this search box.

Montevarchi. Ecco le agevolazioni Tari per imprese e cittadini

L’amministrazione comunale di Montevarchi ha definito le agevolazioni per la tassa sui rifiuti, che potranno essere richieste su presentazione di apposite istanze distinte tra utenze domestiche e non domestiche. Nel primo caso il termine ultimo è il 18 marzo e interesserà categorie specifiche di utenza: una famiglia in cui è presente una o più persone con disagio fisico dovuto ad un grado di invalidità almeno del 69%, oppure over 65 non autosufficienti; persone prive di vista o affetti da sordità; disabili con certificazione di gravità. La Tari, in questo caso, è dovuta in misura ridotta in relazione alla situazione reddituale sulla base di specifiche fasce Isee. Potranno usufruire delle agevolazioni anche famiglie a basso reddito, attestato mediante indicatore Isee e famiglie dove abitano minori in affido. Nel caso sia presente un minore in affidamento, indipendentemente dal reddito, si ha infatti diritto ad una agevolazione del 10%. Per le giovani coppie under 35 che trasferiscono la loro residenza nel centro storico, la tariffa si applica in misura ridotta dell’80% per i primi tre anni di imposta, dall’anno della prima richiesta.

Le agevolazioni tariffarie per le utenze non domestiche dovranno essere richieste entro 90 giorni dal verificarsi del fatto che ne determina il diritto e riguardano le seguenti casistiche: nuove attività che aprono nel tessuto storico (artigianali, turistiche, servizi destinati ai beni culturali e al tempo libero, commercio al dettaglio e somministrazione di alimenti e bevande al pubblico). Nello specifico è prevista una tariffa ridotta dell’80% limitatamente alla sede operativa dell’attività; esercizi commerciali ed artigianali situati in zone precluse al traffico a causa dello svolgimento dei lavori per la realizzazione di opere pubbliche che si protraggono per oltre 6 mesi e fino a tre anni. In questo caso la tariffa, modulata in base ai lavori, verrà ridotta come segue: dal sesto mese fino al primo anno: 50%; nel secondo anno: 70%; nel terzo anno: 90%; tutti gli esercizi pubblici che rinunciano all’installazione e all’uso di apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici per il gioco lecito con vincite in denaro (slot machine) otterranno una riduzione pari al 20%  per i primi tre anni. L’istanza relativa alle agevolazioni TARI 2024 sia per le utenze domestiche che per quelle non domestiche ha valenza annuale e dovrà essere ripresentata ogni anno, in quanto il beneficio sarà concesso esclusivamente ai contribuenti che si trovano in condizione di assenza di morosità per quanto attiene la tassazione sui rifiuti negli ultimi tre anni.

 

 

Articoli correlati