Cerca
Close this search box.

“No alla Multiutility”. Chiesto un impegno ai candidati a sindaco del Valdarno

Il Coordinamento delle Associazioni No Multiutility, che rappresenta diverse associazioni e movimenti territoriali, di cui fa parte anche il Comitato Acqua Bene Comune Valdarno, in vista delle prossime elezioni amministrative nei comuni del Valdarno,  ha rivolto un appello riguardo al futuro della Multiutilty a tutti i candidati delle forze politiche che si presentano a questa scadenza elettorale per il rinnovo delle amministrazioni uscenti. “I comuni del Valdarno hanno manifestato posizioni diverse rispetto alla fusione in questa nuova società – hanno spiegato il Coordinamento Associazioni No Multiutiluty, il Forum Toscano Movimenti per l’Acqua e il Comitato Acqua Bene Comune Valdarno – Le amministrazioni di San Giovanni Valdarno, Cavriglia e Loro Ciuffenna non hanno deliberato l’adesione alla Newco Acqua Toscana, società che ha avuto la funzione di traghettare i comuni nella Multiutilty, mentre i comuni di Figline-Incisa, Castelfranco Piandiscò e Terranuova hanno aderito; anche Bucine rischia l’ingresso nella Multiutilty, nel caso Coingas, di cui il comune è socio, deliberi di aderire all’operazione”.

 

 

“Il nostro appello – hanno proseguito le associazioni – verrà inviato a tutti i futuri amministratori. Per quelli dei comuni fuori dalla Multiutilty, chiediamo di sottoscrivere l’impegno di non adesione futura a questo progetto finanziario, a nostro avviso contrario alla tutela del bene comune e alla volontà dei cittadini espressa con il referendum del 2011. Per i candidati nei comuni che hanno già deliberato l’ingresso nella società – hanno concluso – chiediamo di pronunciarsi pubblicamente in merito ai processi in itinere previsti nel progetto Multiutility sottoscrivendo, con chiarezza, la contrarietà alla quotazione in borsa e alla costituzione della holding finanziaria nella quale verranno concentrate le partecipazioni, che non ha alcuna funzione per il perseguimento dei fini istituzionali dei comuni. Renderemo pubblici ai nostri associati e a tutti i cittadini gli impegni presi dai candidati”.

Articoli correlati