Cerca
Close this search box.

Sanità territoriale. Medici, amministratori e operatori del sociale ne hanno discusso a Loro Ciuffenna

Ieri sera a Loro Ciuffenna si è concluso un convegno organizzato dalla FNP-CISL di Arezzo sulla sanità territoriale. Presenti medici, amministratori e operatori del sociale. I lavori sono stati aperti dal sindaco di Loro Ciuffenna, Moreno Botti, e dall’assessore Wanda Ginestroni. Entrambi hanno sottolineato l’importanza di un confronto costruttivo tra i diversi soggetti coinvolti nel sistema sanitario, in modo da garantire ai cittadini un’assistenza di qualità. Numerosi i relatori, che hanno presentato le loro analisi e proposte per il futuro della sanità territoriale nel Valdarno. Tra questi, il direttore della Zona Distretto Valdarno dell’ASL Toscana sud est, Stefania Magi, il responsabile delle Cure Primarie del Valdarno, Fernando Cantoro, il direttore infermieristico del Distretto Valdarno, Roberto Francini, Claudia Cannoni UF Assistenza Sociale Valdarno e il medico di medicina generale Mario Arnetoli.

Per la FNP-CISL sono intervenuti il segretario provinciale Fabrizio Fabbroni, Luciana Lapi e Gianni Di Scala della segreteria provinciale, il responsabile Valdarno Alberto Sordi, il aegretario regionale Stefano Nuti e quello nazionale organizzativo Mimmo Di Matteo. Dai diversi interventi è emerso un quadro complesso e articolato. La sanità territoriale, in particolare nel Valdarno, si trova ad affrontare numerose sfide, tra cui il progressivo invecchiamento della popolazione, la cronicizzazione delle patologie e la carenza di personale. Esistono comunque importanti opportunità offerte dalla riforma della sanità territoriale e dal PNRR, attraverso i quali si può si deve rafforzare il ruolo del medico di medicina generale e la nuova figura introdotta nello scenario della sanità: l’infermiere di famiglia e comunità. Il segretario nazionale organizzativo della FNP-CISL, Mimmo Di Matteo, ha concluso i lavori del convegno sottolineando la necessità di un impegno comune per costruire una sanità territoriale più forte e resiliente.

Il convegno di Loro Ciuffenna si inserisce nel percorso di conoscenza e confronto con la Asl avviato dalla FNP-CISL proprio un anno fa, il 16 dicembre 2022. L’obiettivo di questo percorso è comprendere quali sono le reali esigenze dei territori e delle persone, al fine di elaborare proposte concrete per migliorare il sistema sanitario a livello territoriale. “Continueremo a lavorare per garantire ai cittadini un’assistenza sanitaria di qualità, accessibile a tutti e sostenibile per le finanze pubbliche”, ha concluso il sindacato.

Articoli correlati