Cerca
Close this search box.

Carabinieri: due denunciati per furto aggravato a Bucine e Montevarchi

Aveva forzato un’auto, rubato il portafogli e utilizzato le carte di credito per prelevare quasi 2mila euro. Denunciata per furto aggravato ed illecito impiego di mezzi di pagamento una cinquantenne pregiudicata. A far luce sull’episodio, accaduto nei giorni scorsi a Capannole, i Carabinieri della stazione di Bucine.
La vittima, un quarantenne residente a Badia Agnano, aveva lasciato l’auto parcheggiata in strada e dopo aver terminato di svolgere alcune commissioni era tornato alla vettura scoprendo che qualcuno l’aveva forzata e si era impadronito del borsello con documenti, contanti e carte di credito. L’uomo si è attivato immediatamente per bloccare le carte, ma ha scoperto che erano stati già prelevati a Bucine e ad Arezzo poco meno di 2 mila euro.
I militari hanno attivato le indagini e visionato i filmati delle telecamere di videosorveglianza comunali e degli uffici postali di Bucine ed Arezzo individuando la responsabile, una donna già gravata da precedenti di polizia. Durante la successiva perquisizione domiciliare sono stati ritrovati e sequestrati gli indumenti che indossava durante il raid.
I Carabinieri di Montevarchi, invece, hanno identificato l’autore di un furto commesso in un negozio di parrucchiera nel centro di cittadino. Pochi giorni fa, in pieno giorno, approfittando di un momento di distrazione della titolare, un uomo era riuscito a sottrarre dal registratore di cassa 100 euro. Dopo il sopralluogo nell’esercizio e l’analisi delle immagini del circuito di videosorveglianza interna il sospettato è stato identificato in un trentenne già noto alle forze dell’ordine per alcuni precedenti di polizia. Proprio nell’ultimo periodo, peraltro, era stato denunciato per un furto analogo compiuto in un altro esercizio commerciale del centro storico montevarchino. L’uomo è stato deferito in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Arezzo per furto aggravato.

Articoli correlati