Cerca
Close this search box.

In A1 con i gioielli rubati. Denunciati dalla Polizia

La Polizia di Stato di Arezzo, in Autostrada del Sole, ha recuperato numerosi gioielli in oro, frutto di una truffa ad un’anziana vedova avvenuta solo poche ore prima a Lucca, identificando e denunciando due dei responsabili.
Gli agenti della Stradale di Battifolle hanno ricevuto dal Centro Operativo di Firenze la segnalazione che la donna era stata raggirata da malfattori senza scrupoli con il solito stratagemma: la minaccia che i figli sarebbero andati in galera se non avesse pagato una persona che di lì a poco si sarebbe recata presso la sua abitazione per ritirare i soldi e preziosi.
È stato il figlio, tornato a casa poco dopo, che ha dato l’allarme telefonando alla Polizia.
Immaginando che i malviventi fossero scappati utilizzando l’A1, i poliziotti si sono messi sulle loro tracce e dopo circa 2 ore dal colpo una pattuglia ha intercettato una Fiat 500X con a bordo 2 persone; il conducente, anziché fermarsi all’alt, accelerava mentre il passeggero faceva cadere dal finestrino un pacchetto.
Gli agenti sono riusciti a fermare l’auto stringendola al guardrail e successivamente a recuperare il pacchetto che all’interno conteneva ben 65 monili, in oro giallo e bianco, orecchini e spille di alto artigianato.
Gli occupanti, due ventenni italiani incensurati, sono stati denunciati per ricettazione, la loro auto sequestrata e l’intera refurtiva restituita alla vittima, che non ha saputo trovare le parole per ringraziare la Polizia.
Visto che anche l’auto è stata sequestrata i due hanno dovuto chiamare il taxi per tornarsene a casa in attesa del processo che sarà celebrato a giorni.

Articoli correlati