Cerca
Close this search box.

L’ultimo viaggio di Marco Merli nel suo stadio

Riproduci video

Lacrime e tanta commozione, in una giornata che San Giovanni sportiva non dimenticherà tanto facilmente. Una giornata che ci riporta alla mente altri momenti simili. Ad esempio nel 2004, quando Arduino Casprini lasciò la vita terrena. Oggi l’ultimo saluto allo stadio Virgilio Fedini è invece toccato a Marco Merli, morto domenica scorsa in Marocco, dove si trovava in vacanza con i familiari, per un arresto cardiaco. Aveva solo 61 anni. Una tragedia che ha colpito l’intera comunità sangiovannese. La bara è stata portata all’interno dello stadio per un ultimo viaggio in quella che era, per lui, la seconda casa.

Ed erano in tanti, alle 14 di oggi, in un luogo che l’ha visto tante volte gioire,  arrabbiarsi ed imprecare per la squadra di calcio di cui era profondamente innamorato. Al punto da prendere in mano, alcuni anni fa, le redini del Comitato Biancoazzurro, formato da un gruppo di imprenditori e personaggi legati in maniera viscerale alla più importante società sportiva della città.

Oggi la salma di Marco Merli ha quindi ricevuto l’ultimo tributo nel vecchio “Comunale”, alla presenza di tutta la squadra, dei ragazzi del settore giovanile, dei dirigenti e di tanti sportivi che hanno tributato al loro “presidente” applausi gonfi di lacrime. Era doveroso questo omaggio al Fedini per un uomo che ha legato parte della sua vita alla Sangiovannese. Marco Merli è stato infatti dirigente anche all’epoca di Casprini e la sua passione per i colori azzurri è sempre stata una stella cometa della sua vita. Una vita terrena che oggi finisce, ma non il ricordo. Siamo certi che la città saprà rendere omaggio ad un uomo che ha fatto tantissimo per il calcio cittadino.

Articoli correlati