Cerca
Close this search box.

Scritte sessiste su un muro di Figline. La sindaca Mugnai: “dimostrazione di quanto la violenza di genere sia radicata e diffusa nel nostro tessuto sociale”

Sessismo e volgarità. Si può riassumere in queste due parole quanto scritto su un muro di Figline il 25 novembre, data nella quale si celebra la giornata contro la violenza sulle donne. Mentalità difficili da modificare, nonostante che in questi giorni si dibatta molto di violenza. Un fenomeno che non accenna a diminuire, anzi. Quotidianamente si allunga la lista di donne uccise e vittime di soprusi. “Le manifestazioni  di sabato scorso sono state importanti e significative ed è stato emozionante vedere la grande partecipazione di tutta la nostra comunità- ha scritto sui social la sindaca di Figline Incisa Giulia Mugnai- Peccato che qualcuno, proprio quella stessa serata, abbia deciso di realizzare la scritta abominevole che vedete in foto. In accordo con le forze di Polizia, già domenica abbiamo fatto cancellare la scritta dai nostri operai, ma questo non può bastare, perché non è ‘solo una scritta’ come qualcuno starà pensando e non è quindi un fatto da sottovalutare. È invece la dimostrazione di quanto la violenza di genere sia radicata e diffusa nel nostro tessuto sociale.L’unico modo per estirparla è continuare a ‘partecipare’ come abbiamo fatto sabato e a lavorare sulle nuove generazioni, dando loro l’esempio. Proprio per questo- ha terminato Mugnai- stiamo già preparando un piccolo progetto che porterà gli studenti delle scuole medie a realizzare dei murales sulle mura della città, dedicati alla parità di genere. In questo modo, saranno proprio le generazioni più giovani a ‘cancellare’ questo atto vile e credo sia la risposta migliore a chi l’ha compiuto, convertendo quel gesto ignobile in una spinta verso il rispetto e l’uguaglianza.”

Articoli correlati