Cerca
Close this search box.

Un mare di affetto per la famiglia di Alessio Calabassi. I funerali si dovrebbero tenere mercoledì e saranno celebrati da Don Mirko Righeschi

Sono giorni molto difficili per la famiglia di Alessio Calabassi, il 53enne montevarchino che ha perso la vita sabato scorso a seguito di un gravissimo incidente stradale a Levane. La sua motocicletta si è scontrata con un’autovettura in prossimità del ponte sull’Ambra, all’ingresso della popolosa frazione. Soccorso immediatamente e sottoposto a defibrillazione e massaggi cardiaci, il centauro è deceduto alcune ore dopo al Policlinico Santa Maria alle Scotte di Siena. In base alle informazioni raccolte, in queste ore la salma dovrebbe essere sottoposta ad autopsia. Se così sarà, Alessio rienterà domani in Valdarno e sarà esposto alle cappelle mortuarie dell’Ospedale di Santa Maria alla Gruccia. Nel caso le tempistiche siano rispettate, i funerali si terranno mercoledì prossimo nella chiesa di Levane e saranno celebrati da Don Mirko Righeschi, sacerdote amico del motociclista e della famiglia. Amico come i suoi compagni d’infanzia, che vediamo nella foto in alto in uno nei tanti momenti felici che hanno condiviso con lui (Alessio è il terzo da destra). Calabassi, che da alcuni anni abitava a Levane con la moglie e i due figli, era un personaggio molto conosciuto a Montevarchi e aveva vissuto appieno la vita della comunità. Lo hanno ricordato anche i tifosi della Curva Sud dell’Aquila, che lo hanno immortalato in un momento felice nel covo del tifo rossoblu. Insomma, la tragedia di sabato ha colpito davvero tante persone, se non altro perché ha perso la vita una persona ancora giovane. Decisamente e maledettamente troppo giovane.

Articoli correlati