Cerca
Close this search box.

I sottopiatti dell’IVV al G7 che si apre oggi in Puglia. La soddisfazione di Diego Toscani

I sottopiatti dell’Ivv, la storica azienda del vetro di San Giovanni, al G7 che si apre oggi in Puglia. La notizia è stata confermata nelle ultimissime ore da Diego Toscani, l’imprenditore bresciano che da alcuni mesi ha preso il controllo di questa realtà produttiva importante e prestigiosa. Il summit tra i grandi del mondo si tiene a Fasano, nel brindisino, all’Hotel Borgo Egnazia. L’Industria Vetraria Valdarnese ha venuto qualche centinaio di sottopiatti alla società che cura l’allestimento del G7. “Speriamo di scorgere in qualche fotografia ufficiale, all’interno dei numerosi eventi che caratterizzeranno questi giorni, anche i nostri prodotti – ha detto, visibilmente soddisfatto Diego Toscani – Ovviamente ci fa piacere che una location così esclusiva utilizzi materiale firmato Ivv . Per noi questo fatto rappresenta il riconoscimento del posizionamento sul mercato e del marchio di un’azienda che ha 70 anni di storia e che continua ancora oggi a rappresentare un punto di arrivo per chi cerca prodotti in vetro di qualità”. Gli uomini più potenti della terra avranno quindi modo di apprezzare veri e propri pezzi d’arte, forgiati dalla mano dell’uomo e legati ad un’azienda che, in passato, ha rischiato di fare una brutta fine, ma che adesso ha aperto una nuova fase della sua vita.

 

 

Toscani ha quindi parlato della situazione attuale. “Abbiamo provveduto a riattivare i magazzini della sede aziendale e ad acquisire a titolo definitivo il brand e la storica palazzina che ospita gli uffici – ha detto – Stiamo facendo produrre la merce in molte aziende della zona, in Toscana e in Italia, utilizzando i nostri stampi, perché attualmente la fabbrica è ancora ferma. Richiede significativi investimenti non solo dal punto di vista produttivo – tra l’altro abbiamo provveduto ad acquistare un forno – ma anche sul piano strutturale, con la messa in sicurezza dell’immobile che partirà nella seconda parte di quest’anno”. La produzione all’interno dello stabilimento ripartirà invece entro il 2025.

Ha le idee molto chiare l’imprenditore bresciano, che ha affittato il ramo d’azienda della storica azienda sangiovannese attraverso la società Tradizioni Associate, che già gestisce i marchi Berti e Consigli. 52 anni, a dispetto del suo cognome, Toscani è nato nella ricca provincia lombarda ed è stato anche sindaco. Dal 2014 al 2019 ha ricoperto la carica di primo cittadino di Sarezzo, piccolo comune della Valtrompia. Adesso è un uomo d’impresa e punta a rilanciare lo stabilimento di Lungarno Guido Reni. I primi passi sono stati decisamente importanti. Il suo obiettivo, annunciato a più riprese, è quello di legare la tradizione del vetro con un altro grande asset tutto italiano, che è cibo.

 

Articoli correlati