Cerca
Close this search box.

Autostrade: martedì prossimo sciopero di otto ore dei dipendenti delle società concessionarie

Il prossimo 18 aprile è stato indetto uno sciopero nazionale di otto ore che coinvolgerà i dipendenti delle società concessionarie autostradali. La protesta è stata indetta da Filt Cgil, Cisl Reti, Uiltrasporti, Sla Cisal e Ugl e si terrà a Roma, davanti al Ministero dei trasporti. L’agitazione riguarda anche le quattro società che operano in Toscana Sat, Salt, Cisa e Aspi. I motivi dello sciopero sono legati al presidio fisico 24 ore su 24 di tutti i caselli autostradali. Presidi che, secondo i sindacati, non sono assicurati in alcuni caselli, nonostante ci sia un obbligo, come ricordato anche recentemente dal Ministero dei Trasporti. “Ma la partita è più ampia – hanno aggiunto le sigle – e riguarda anche il nodo delle concessioni autostradali, alcune delle quali sono scadute e altre vicino alla scadenza. È una situazione d’incertezza che nuoce all’occupazione del settore ma anche alla qualità del pubblico servizio”. Un altro fenomeno che preoccupa poi i lavoratori è il processo di accorpamento delle concessioni autostradali e delle sedi fisiche delle autostrade, che può causare tagli all’occupazione. Per quanto riguarda le modalità dello sciopero, il personale turnista incrocerà le braccia dalle ore 22 del 17 aprile alle 22 del 18 aprile (intero turno/prestazione lavorativa); il personale non turnista per l’intera prestazione lavorativa del 18 aprile.

Articoli correlati