Cerca
Close this search box.

Bucine. Approvato il bilancio di previsione. Benini: “Soddisfatti del lavoro fatto”. Occhio di riguardo al turismo

Aliquote Irpef e Imu invariate e inferiori ai limiti massimi consentiti, impegno confermato quale comune capofila dell’Ambito Turistico del Valdarno, sviluppo di strutture e prodotti turistici e valorizzazione del territorio. Questi alcuni punti illustrati dal sindaco di Bucine Nicola Benini, a pochi giorni dall’approvazione, in consiglio comunale, del bilancio di previsione 2024, quello dell’ultimo anno di mandato. Il primo cittadino ha ricordato che, superate le criticità legate al periodo della pandemia,  che ha penalizzato e rallentato le attività dell’amministrazione, l’esecutivo ha affrontato un ulteriore contesto di instabilità economica dei mercati finanziari, legato allo scoppio dei conflitti che hanno avuto pesanti ripercussioni sui maggiori costi delle utenze, dei materiali e ritardi nelle forniture. “Tuttavia il nostro forte impegno e la prudenza nelle scelte, ci ha consentito di mantenere un bilancio in assoluto equilibrio stabilizzando le entrate del 2023, confermate nelle previsioni 2024”, ha spiegato Benini.

Il turismo è uno degli aspetti su cui si è soffermato il sindaco, ricordando che si è registrato un ignificativo incremento del gettito relativo alla
tassa di soggiorno, arrivato ad oltre 100.000 euro e rimanendo confermato nelle previsioni 2024. “Restano significative anche le attività a sostegno delle fasce più fragili e i progetti mirati al supporto sia delle persone con disabilità che per coloro che vivono in condizione di povertà – ha aggiunto – A questi capitoli di spesa saranno destinati 500.000 euro mentre a quelli per i servizi scolastici 800.000 euro e  190.000 euro per l’incremento delle attività di supporto alla prima infanzia. Negli anni precedenti – ha proseguito Benini –  il nostro impegno sulle progettazioni è stato importante, consapevoli che solo con contributi da altri enti il nostro Comune può realizzare opere pubbliche significative “. E’ stata ottenuta una copertura di 5.000.000 di euro, una cifra che con cui alcune opere sono già state realizzate e altre invece saranno appaltate nei primi mesi del 2024.

“Oltre ai rilevanti finanziamenti ottenuti, gli ultimi due anni hanno visto una costante crescita del gettito da oneri di urbanizzazione, attestatisi a circa 800.000 euro, tuttavia, la previsione per il 2024 è prudenziale e si ferma a 570.000 euro,  poiché tiene conto delle possibili flessioni legate all’approvazione dei nuovi strumenti urbanistici – ha aggiunto il primo cittadino –  Queste  entrate sono state destinate prevalentemente alle spese di manutenzione e messa a norma del patrimonio comunale, mentre gli interventi straordinari previsti sulla viabilità saranno finanziati con un mutuo di 750.000 euro”.

“Pur in presenza dell’accensione di questo nuovo finanziamento – ha proseguito l’assessore al bilancio Annamaria Lamioni – destinato esclusivamente ad opere di messa in sicurezza di importanti tratti stradali, il bilancio vede una contrazione complessiva del rimborso prestiti, che passa da 260.000 euro degli anni precedenti a 180.000 euro previsti per il 2024, cifra ampiamente al disotto della capacità di indebitamento dell’Ente e adeguatamente supportata dal bilancio”. “Voglio evidenziare che questo bilancio di previsione è assolutamente reale e in equilibrio, con entrate coerenti con quanto accertato nell’anno precedente – ha concluso Nicola Benini – Non ci sono debiti fuori bilancio, il risultato di cassa al 31.12.2023 è ampiamente positivo e anche il risultato di esercizio chiuderà con un avanzo stimato di circa 100.000 euro. Siamo quindi soddisfatti del lavoro fatto e convinti di concludere la legislatura con una situazione finanziaria positiva, nell’interesse dei nostri cittadini.”

Articoli correlati