Cerca
Close this search box.

La consigliera regionale Elisa Tozzi e il candidato sindaco Silvio Pittori hanno incontrato i rappresentanti del Comitato Pendolari del Valdarno

La consigliera regionale di FdI Elisa Tozzi commenta l’incontro che ha avuto ieri con il Comitato Pendolari del Valdarno insieme al candidato sindaco a Figline Incisa Silvio Pittori. Un  confronto davvero interessante- scrive Tozzi-  durante il quale abbiamo ascoltato e avanzato delle proposte. Tra queste, va certamente sottolineata l’idea di istituire un osservatorio di area vasta sul trasporto pubblico locale. Dal Valdarno fiorentino a quello aretino, per mettere al centro gli interessi di tutti gli utenti. Un prezioso strumento di monitoraggio e interlocuzione tra l’amministrazione e i pendolari stessi. Un cambio di passo netto e un approccio propositivo nella gestione dei rapporti che speriamo di poter realizzare nei prossimi 5 anni con Silvio Pittori sindaco.”

“Il Pd- prosegue la consigliera Tozzi-  non avanza proposte per risolvere i disagi dei pendolari. Ogni 5 anni, in occasione delle elezioni, fa finta di ricordare di questi cittadini. Noi cambiamo approccio e chiediamo maggior interlocuzione, confronto e sinergia, sia sul piano comunale, che su quello regionale. Personalmente, solleciterò di nuovo una convocazione del tavolo alla presenza dell’assessore e del rappresentante del comitato pendolari. Riguardo alle tante cose che erano state richieste, dai nuovi orari agli indici di affidabilità, ad oggi non ci sono ancora risposte. In particolare, ci soffermeremo sugli impegni previsti dal contratto di servizio, rimasti inevasi da rete ferroviaria, che riguardano soprattutto il rinnovo del materiale rotabile. Nuovi treni, più veloci, che sarebbero in grado di sfruttare la direttissima, anche per il traffico pendolare. Un cambio di passo impossibile da realizzare per i noti disagi da noi segnalati a cadenza quotidiana. Da una parte chi vuole amministrare con idee, coraggio ed innovazione; dall’altra immobilismo e continuità. Siamo convinti che chi vive i quotidiani disagi del trasporto su ferro saprà fare la scelta giusta nella cabina elettorale, e cogliere questa storica occasione di cambiamento.”

Articoli correlati