Cerca
Close this search box.

Ponte del Matassino. La sindaca di Figline Incisa Mugnai risponde a Buoncompagni e Pittori: “insopportabile come si pieghi realtà e verità dei fatti per uso elettorale”

Ponte del Matassino. La sindaca di Figline Incisa Giulia Mugnai risponde attraverso una nota ai candidati Pittori e Buoncompagni. “È insopportabile come si pieghi la realtà delle cose e la verità dei fatti a seconda dell’uso elettorale e dell’opportunità di ricavare un consenso spicciolo- scrive Mugnai- . Sono mesi che è stato rappresentato con chiarezza da questo Comune e dalla Città metropolitana che il ponte sull’Arno di Matassino è stato oggetto di monitoraggio, come previsto (correttamente, in funzione preventiva) per legge per tutti i ponti di competenza provinciale in tutta Italia. Il monitoraggio, come era immaginabile (avendo il ponte oltre 70 anni)- continua Mugnai-  ha evidenziato delle necessità manutentive che hanno portato da un lato a ridurre in via precauzionale il limite di carico del ponte (escludendo dal transito alcune categorie di mezzi, come quelli per i trasporti eccezionali) e dall’altro a prevedere che si realizzasse con celerità un progetto per la manutenzione straordinaria, che permetta al ponte di ritrovare al più presto il pieno carico.”

“Siamo consapevoli, come Amministrazione, di quanto sia cruciale il ponte per la mobilità- scrive ancora la sindaca-  e quindi per la vita dei nostri cittadini: è per questo che abbiamo fatto pressioni continue sulla Città metropolitana, che è l’ente competente sul ponte, perché procedesse prima possibile a finanziare ed approvare il progetto di manutenzione. Abbiamo, inoltre, chiesto e ottenuto anche che il ponte mantenesse la completa transitabilità, a doppio senso, per tutta la durata dei lavori. La delibera, quindi, è esattamente quanto noi avevamo richiesto e annunciato pubblicamente da tempo. Ora che la Città metropolitana ha deciso di stanziare risorse importanti per finanziare i lavori, tra l’altro con una procedura di urgenza che permette di accelerare i tempi, dobbiamo leggere comunicati stampa di Pittori, da candidato sindaco, che lancia allarmi nella popolazione solo per un tornaconto elettorale. Il tutto pubblicato a quattro giorni dal voto, così da creare la comunicazione a effetto, il colpo di teatro. Ora basta, non è accettabile! I nostri cittadini meritano chiarezza, non di essere presi in giro con dichiarazioni roboanti e tendenziose. Valuterò se fare un esposto alla Procura della Repubblica per procurato allarme contro chi si permette di gettare il panico nella popolazione. Leggo infine che Buoncompagni chiede ai cittadini di non riconsegnare al centrosinistra questo Comune per le modalità di gestione della cosa pubblica. Deve proprio essere stato folgorato sulla via di Damasco nelle ultime settimane perché, nei quattro anni nei quali è stato vicesindaco con e per conto di questa Amministrazione, non ha mai sollevato dubbi o critiche sulle modalità e sulle scelte messe in campo, ma al contrario ha votato favorevolmente tutti gli atti approvati da questa maggioranza. Inoltre- termina Giulia Mugnai – l’ho sempre visto molto a proprio agio nel portare la fascia tricolore, fare foto e interviste in rappresentanza mia e della mia Amministrazione. Vorrei ricordargli, tra l’altro, che proprio lui aveva la delega ai lavori pubblici e alle infrastrutture, quindi se nutriva dubbi sul ponte avrebbe avuto modo di esporli ben prima della campagna elettorale, quando aveva il potere di intervenire e decidere insieme il da farsi.”

 

Articoli correlati