Cerca
Close this search box.

Figline Incisa. Due bandi e 100mila euro per sostenere le attività del centro storico con il progetto “ConcentriAMOci”

L’Amministrazione comunale di Figline Incisa ha stanziato 100mila euro di risorse nell’ambito del progetto “ConcentriAMOci”. Si tratta di un percorso, finalizzato alla rivitalizzazione dei centri dei due capoluoghi comunali, che coinvolge Confesercenti, Confcommercio, Cna, Confartigianato, i due Centri commerciali naturali” Il Granaio” e “Le botteghe del Petrarca” riuniti in una cabina di regia coordinata dallo Sportello Unico per le Attività produttive. Un percorso partito lo scorso anno, che si è articolato in più step, quali: la mappatura della situazione esistente; l’analisi dei dati raccolti; l’elaborazione del piano di rilancio e della fase progettuale; la stesura e la pubblicazione di Avvisi pubblici ad hoc, per erogare le relative risorse economiche stanziate dal Comune. In particolare, 60mila euro saranno dedicati a interventi di estetica, decoro e ampliamento servizi di accesso e/o fruizione alla struttura già esistente; 30mila a imprese che si trasferiscono in centro o a nuove imprese che intendono aprire in quell’area della città. Per quanto riguarda le attività già esistenti, sono ammesse al contributo le spese per interventi di estetica esterna, che riguardino (a titolo esemplificativo) dehors, insegne, tende, illuminazione, fioriere, vetrine ma anche spese di progettazione e realizzazione di vetrofanie e strutture mobili finalizzate a rendere più accoglienti e più accessibili i locali (per esempio pedane per l’accesso disabili e fasciatoi).Ciascuna impresa potrà accedere (a fondo perduto, ma rendicontando le spese sostenute) da un minimo di 500 a un massimo di 5000 euro. Le domande possono esser presentate dal 15 giugno al 15 agosto. Una volta redatta la graduatoria, il Comune provvederà a concedere il contributo, da rendicontare successivamente con fatture emesse entro il 31 dicembre 2023. Il bando sarà disponibile online da domani. Per quanto riguarda le nuove imprese (o quelle che intendono trasferirsi) in centro, il finanziamento comunale va da un minimo di 1000 euro a un massimo di 6000 euro. Anche in questo caso, le domande vanno presentate dal 15 giugno al 15 agosto e le spese ammissibili (a titolo esemplificativo e da rendicontare con fatture emesse entro il 31 dicembre 2023) riguardano:parcelle notarili, acquisto di software o macchinari, attrezzature, arredi, strutture rimovibili, impiantistica, lavori di adeguamento necessari per l’espletamento dell’attività imprenditoriale, affitto locali, spese per interventi di abbellimento ed estetica esterna. Anche in questo caso, sarà obbligatorio rendicontare le spese sostenute.
Si precisa che rientrano nella dicitura “nuove imprese” quelle che apriranno in centro (o trasferiranno lì la loro attività) dal 15 giugno al 31 dicembre. Il bando è già disponibile. Sarà possibile richiedere i contributi fino ad esaurimento fondi, compilando l’apposita domanda disponibile (insieme ai bandi completi) su https://www.comunefiv.it/bandi-suap. Le domande andranno poi inviate via pec acomune.figlineincisa@postacert.toscana.it.
Dal momento della pubblicazione delle graduatorie, le imprese già esistenti avranno quattro mesi per presentare le fatture degli interventi ammessi al contributo mentre quelle di nuova apertura sei mesi per rendicontare. Per richieste di chiarimento è possibile scrivere a suap@comunefiv.it o chiamare i numeri 0559125214-0559125220 (da lunedì a venerdì 8.30-13.30; martedì e giovedì anche dalle 15.30 alle 18).

Sentiamo il vicesindaco con delega ai centri storici e al commercio Giovanni Di Fede

 

Articoli correlati