Cerca
Close this search box.

Grande successo per “Aspettando Halloween”. L’evento per bambini in Piazza Cavour a San Giovanni

Grande successo per Aspettando Halloween, evento realizzato con il patrocinio del comune di San Giovanni Valdarno in collaborazione tra Progetto Cittadini Attivi e la Proloco cittadina. L’iniziativa era inserita nella settimana di molteplici eventi a tema nel cartellone programmato dall’amministrazione comunale ed  ha basato tutte le attività sulla cultura del riciclo, grazie al materiale offerto da vari sponsor tra i quali Igv online tipografia, da tipografia Famar e Solo affitti Sgv.  Oltre 100 i bambini partecipanti che sono stati intrattenuti dai volontari delle associazioni Progetto Cittadini Attivi, Proloco e dai ragazzi degli Scout oltre che da Irene Cuccuini, educatrice e blogger di #ioleggoate che ha letto albi illustrati selezionati per i più piccoli.  I bambini hanno poi creato maschere spaventose, intagliato zucche e costruito cestini porta caramelle con il materiale di riciclo offerto dalle attività del territorio (Farmacia Sansoni, Cartolibreria Marzocco ed Alimentari Paolo) ed i dolcetti donati dalla sezione soci Coop di San Giovanni.  L’associazione nazionale bersaglieri e il presidente Giovanni Baldini ha aiutato nella raccolta delle zucche per i bambini e nel trasporto in paese. Tessa Mugnai, volontaria dell’associazione e responsabile del settore di progettazione per il sociale e gli eventi culturali, dichiara-

“È stata un grande successo di pubblico che ci rende immensamente felici – queste le parole di Tessa Mugnai volontaria dei Cittadini attivi – Oltre 100 bambini hanno accolto il nostro invito a passare un pomeriggio insieme all’insegna del riuso, della buona lettura e di tanto divertimento. Abbiamo voluto realizzare una festa basata su materiale di riciclo per dimostrare ai più piccoli e ai genitori che ogni oggetto può avere nuova vita se visto attraverso una nuova luce, al resto pensano la fantasia e la manualità. Ci ha inoltre aiutato a completare il nostro messaggio l’appoggio degli uffici preposti e di Sei Toscana circa la nostra richiesta di poter avere i bidoni della raccolta differenziata a disposizione dell’evento nell’area delimitata. Ogni bambino ha potuto così differenziare direttamente sul posto i rifiuti. Siamo convinti che il rispetto per l’ambiente si fondi sull’educazione di tutte le generazioni di cittadini e i nostri piccoli concittadini ci hanno dimostrato di essere perfettamente capaci di fare la raccolta differenziata”.

Articoli correlati