Cerca
Close this search box.

La Lega sulle elezioni del 2024 a San Giovanni. “Prematuro parlare di trattative. Avremo un ruolo chiave nel centro destra”

Nel 2024 San Giovanni andrà al voto per eleggere sindaco e consiglio comunale e la segreteria provinciale della Lega ha chiarito, ad oggi, il suo posizionamento, sottolineando un aspetto. “Risulta adesso prematuro parlare di trattative, almeno con quel piglio deciso che alcuni partiti delle opposizioni manifestano, alla ricerca di alleanze numeriche, forse, e non di proposte –  ha spiegato il Carroccio – L’azione politica è per la Lega un presupposto da mettersi in pratica sempre e non da enfatizzare a meno di un anno dal voto. L’attività svolta anche nel Comune di San Giovanni Valdarno ne sono la prova – ha detto il commissario della sezione leghista del Valdarno Dante Moretti (nella foto in alto) – Il nostro partito ha avuto sempre un atteggiamento di responsabilità nei confronti dei cittadini, ad attestarlo sono le continue presenze nei consigli comunali e le proposte suggerite”.                                 
“Noi non ci siamo mai sottratti al confronto e il nostro ruolo è stato svolto in maniera ancora più fattiva, forte e decisa quando gli altri protestavano con l’assenza dai banchi delle opposizioni – ha proseguito la capogruppo Chiara Legnaiuoli –  Atteggiamenti di chiusura da parte della giunta e del sindaco ci sono stati, ma la reazione, a nostro avviso, deve essere la partecipazione e la discussione. Siamo convinti che non dobbiamo perdere mai la fiducia e l’opportunità di confronto e scambio, anche quando in apparenza tutto sembra essere vano”. “E’ in questa ottica che la Lega si muoverà, cercando di fare massa critica per il buon funzionamento amministrativo del paese”, ha chiarito Moretti.
A chiudere sulla questione il segretario provinciale Lega Gianfranco Vecchi: “La Lega si farà sentire all’interno del Centrodestra, posizionandosi in un ruolo chiave connesso anche alla sua attuale presenza nell’assise comunale, e da qui si ripartirà per aprire a coloro i quali potranno condividere percorsi e scelte da farsi solo ed esclusivamente per il bene e per l’interesse dei cittadini”.

Articoli correlati