Cerca
Close this search box.

L’Aquila sconfitta in casa dal Pescara. Non basta ai rossoblù un grande primo tempo

Sconfitta interna dell’Aquila Montevarchi, che ha perso 2-1 contro il quotato Pescara al Mannucci. Dopo una prima frazione di gara di alto livello, l’Aquila, nella ripresa, ha subito il ritorno degli abruzzesi e anche se il pari avrebbe meglio rispecchiato l’andamento della gara, all’88° è arrivata la rete vittoria di De Marchi. I ragazzi di Malotti, comunque, non hanno sfigurato. Nel primo tempo ha giocato solo il Montevarchi, che ha pressato in ogni zona del campo soffocando le azioni offensive degli ospiti e creando più di un pericolo. Gli aquilotti hanno subito fatto capire le intenzioni con Gambale, anticipato dal portiere ospite dopo un solo minuto di gara. Di Gennaro ha poi salvato il risultato con un’uscita disperata ancora su Gambale e niente avrebbe potuto al 21° su tiro di Amatucci. Ma la sfera si è stampata sul palo. Dopo una serie di conclusioni di Gambale e Carpani e un contropiede pericoloso di Jallow, al 42° il Pescara, fino ad allora passivo, è passato in vantaggio con una magistrale punizione di Memushaj. Nella ripresa, dopo una clamorosa palla goal fallita dagli abruzzesi con D’Ursi, che a tu per tu con Rinaldi ha calciato alto, al 26° il Montevarchi ha trovato il meritato pareggio con Lischi, che servito da Bassano non ha fallito. Il Pescara, altro piglio rispetto al primo tempo, è tornato ad attaccare e dopo una palla goal capitata a Nzita, a due minuti dal termine, ha trovato il goal della vittoria con De Marchi, che servito da Illanes, ha beffato la difesa rossoblù ha siglato il 2-1.

A BREVE IL PUNTO TECNICO DI GIUSTINO BONCI

Articoli correlati