Cerca
Close this search box.

Arrestato trentenne a Montevarchi. Doveva scontare una pena per droga

Doveva scontare cinque anni e mezzo per reati in materia di stupefacenti commessi ad Arezzo tra l’estate del 2018 e del 2019, A Montevarchi i Carabinieri hanno individuato, arrestato e tradotto in carcere, in base ad un ordine di carcerazione, un trentenne. L’operazione è stata portata a termine  nel quadro dei servizi preventivi di contrasto ai reati predatori e più in generale di opposizione alla criminalità diffusa. In prima linea i Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale con la fattiva collaborazione del personale dei vari reparti territoriali, che negli ultimi giorni hanno effettuato una serie di operazioni di polizia giudiziaria, con il controllo ed ispezione di vari siti ed abitazioni di interesse, che da diverso tempo erano riservatamente monitorati.

Le operazioni svolte sinergicamente da militari in divisa ed in borghese hanno visto impegnati 20 militari, che alle prime ore del 9 e dell’11 gennaio, in tre diverse attività, hanno arrestato quattro soggetti, due per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti ed altri due colpiti da provvedimenti detentivi emessi dalla Procura della Repubblica di Arezzo. Oltre all’episodio di Montevarchi, a Bibbiena, dopo un costante monitoraggio di alcune abitazioni utilizzate, probabilmente, per il confezionamento e la cessione di droghe, i militari hanno fatto irruzione in un appartamento, bloccando due soggetti che stavano preparando e pesando le dosi di eroina da smerciare nel mercato locale e che avevano tentato di occultare alla vista dei carabinieri.

L’immediata perquisizione ha consentito di recuperare circa 40 grammi di eroina e poco più di un grammo di hashish, nonché un bilancino per la pesatura e materiale vario per la preparazione delle sostanze vietate. Rinvenuti poi oltre 6000 euro circa frutto dello spaccio. Gli arrestati, nel primo pomeriggio del 10 gennaio, sono comparsi davanti al Tribunale di Arezzo e qui, a seguito dell’udienza per direttissima, il giudice, nel convalidare l’arresto, ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora in provincia in attesa del processo di merito.

La terza operazione ieri mattina in una casa del centro di Arezzo, dove i militari hanno individuato e bloccato una persona di trentacinque anni, anch’essa destinataria di un provvedimento dell’autorità giudiziaria per furto, rapina e reati contro la persona ed i pubblici ufficiali, commessi nel mese di novembre 2020 nel capoluogo.  Dovrà scontare la pena di cinque anni e sette mesi di reclusione. Dopo gli atti di rito la persona è stata accompagnata nella locale casa circondariale. Le persone sottoposte ad indagini si presumono innocenti.

 

Articoli correlati