Cerca
Close this search box.

Montevarchi. Lo spettacolo di Haber, Frassica e Veronesi al Perdono è costato 25.000 euro. Cristina Rossi: “Era necessario spendere questa cifra?”

“Era davvero opportuno inserire nella tradizionale “Festa del Perdono del settembre scorso uno spettacolo che è costato al Comune oltre 25.000 euro?”. Se lo è chiesta, a Montevarchi, la consigliera comunale della lista Impegno Comunale Cristina Rossi, che poco più di un mese fa aveva presentato una interrogazione chiedendo al sindaco e all’assessore competente di avere un resoconto economico delle spese sostenute per il Perdono. La risposta arrivata specifica i costi: l’evento a pagamento proposto ai cittadini è stato lo spettacolo allestito in piazza Varchi dal titolo “Tre maledetti amici” che ha avuto come protagonisti i comici Alessandro Haber, Nino Frassica e Giovanni Veronesi, accolti per la prima volta a Montevarchi. Il costo complessivo dello spettacolo è stato di € 40.219,49, comprensivo di cachet, service, attrezzature e luci, biglietteria e attività promozionale, da cui va detratto l’incasso di €15.000 della vendita dei biglietti, per una spesa quindi di €25.219,49. Sono stati venduti 419 biglietti il cui prezzo andava da un minimo di 32 euro ad un massimo di 40 euro cadauno. Gli omaggi sono stati 25 e tutti riservati alle autorità, come solitamente viene previsto in occasione di grandi eventi.

Cristina Rossi non ha messo in dubbio quanto dichiarato dall’assessore a conclusione della risposta (“Ogni singolo euro proveniente da soldi pubblici assume come amministratore un peso doppio sia nella proposta che nella responsabilità della gestione, nell’interesse principale dei cittadini e della fiducia che hanno riposto in noi”), ma “davanti a ascensori che non funzionano nè al cimitero comunale né nel palazzo comunale, davanti all’aumento delle tariffe della mensa e dei trasporti scolastiche, davanti a tanti marciapiedi completamente vetusti che solo in parte potranno essere risanati a causa delle esigue risorse comunali, davanti ad alberi che cadono per la mancanza di manutenzione del verde”,  ha specificato che era suo dovere informare la cittadinanza su quanto appreso e porsi la domanda: ““Era davvero opportuno che l’amministrazione comunale spendesse oltre 25.000 euro per uno spettacolo di cui hanno beneficiato solo una piccola parte dei cittadini visto che lo spettacolo era comunque a pagamento?”

 

 

Articoli correlati