Cerca
Close this search box.

Musica e solidarietà alla Sala La Nonziata di San Giovanni per non dimenticare le popolazioni di Siria e Turchia

Non dimenticare il terribile sisma che ha distrutto intere città e villaggi di Siria e Turchia. Questo lo scopo dell’evento di musica e solidarietà in programma domani sera alle 21 alla Sala La Nonziata di San Giovanni. L’iniziativa è organizzata dall’associazione Liberarte, con il patrocinio del Comune e si intitola “Dalla selva oscura… alla diritta via”. I devastanti terremoti hanno ucciso più di 50.000 persone e più di 100.000 sono rimaste ferite, migliaia di famiglie vivono ancora in rifugi temporanei e faticano a procurarsi cibo e altri beni essenziali.
Recitazione, musica e canto con Rossana Damianelli e Paolo Fabbroni accompagnati dal compositore Andrea Bezzon. Con la speciale collaborazione dello scultore Romano Dini. Questo il programma della serata che, come ha ricordato Antonella Morali dell’associazione Liberarte, vedrà poi il collegamento con don Mario Cornioli, sacerdote nella parrocchia Mar Yousef-Jabal di Amman ed impegnato nel sostegno della popolazione sfollata di Aleppo. Racconterà la crisi nella crisi, la situazione di famiglie, bambini che già stavano già affrontando enormi difficoltà a causa di 12 anni di conflitto e crisi economiche e che si sono trovate a fare i conti anche con la devastazione del terremoto. A don Mario Cornioli andranno le offerte raccolte durante la serata.

Articoli correlati