Cerca
Close this search box.

Pittori. Morte Berlusconi: “Bandiera italiana non a mezz’asta in Municipio a Figline”

“Nella sede municipale di Figline, ieri, la bandiera italiana non era a mezz’asta, come indicato da un provvedimento nazionale a seguito della morte del Senatore Silvio Berlusconi”. La denuncia arriva dal consigliere comunale del gruppi Misto Silvio Pittori. “Come noto, era stata disposta l’esposizione a mezz’asta, dal 12 al 14 giugno 2023, della bandiera nazionale e della bandiera europea sugli edifici pubblici dell’intero territorio nazionale, nonché sulle sedi delle rappresentanze diplomatiche e consolari italiane all’estero – ha spiegato l’avvocato Pittori – In data di ieri, 14 giugno, data coincidente oltretutto con la giornata di celebrazione delle esequie di Stato nel rispetto ed a suffragio del Presidente Silvio Berlusconi, intorno alle ore 13:30 la bandiera nazionale presente sulla facciata della Casa Comunale di Figline Valdarno risultava issata anziché a mezz’asta, in palese violazione del provvedimento dell’Autorità nazionale”.
Pittori chiede quindi al sindaco e al segretario comunale un chiarimento. “A loro ho presentato un’istanza scritta per comprendere i motivi di tale inosservanza che lascia comunque perplessi umanamente e sotto il profilo istituzionale – ha concluso Pittori – Inosservanza che oltre ad essere pacificamente illegittima, potrebbe rivestire persino i caratteri della illiceità, stante la violazione di un provvedimento proveniente dall’Autorità governativa”.

Articoli correlati