Cerca
Close this search box.

Podere Rota. Cresce San Giovanni replica al Pd: “Eravamo contro l’ampliamento e per questo uscimmo dalla maggioranza”

E’ botta e risposta tra il Partito Democratico e Cresce San Giovanni in merito al tema forse più attuale di questa bollente estate: la discarica di Podere Rota. Dopo le accuse del Pd, che ha ricordato come la responsabilità politica di tutto quello che sta avvenendo sia anche di chi, oggi, fa le barricate contro l’impianto di Casa Rota, è arrivata la risposta del gruppo che fa capo a Francesco Carbini, chiamato direttamente in causa dal partito di maggioranza. Cresce ha parlato di scarica barile messo in atto dai vari Rossi, Viligiardi e Vadi e ha ribattuto alle accuse lanciate dal Partito Democratico.
“Vorrebbero dipingerci come coloro che hanno avallato e gestito il ciclo dei rifiuti in questi anni… ridicolo solo pensarlo! – ha tuonato la forza di minoranza -. È bene allora rammentare a lor signori, visto che i cittadini lo ricordano molto bene , che le nostre liste civiche, della discarica di Podere Rota, se ne occupano costantemente da anni, già da prima dell’ ampliamento e lo fanno con ancora più attenzione da quando fu deciso di portarci i rifiuti da fuori Valdarno e l’unico comune a subire danni sia in termini di miasmi odorigeni che di salute è San Giovanni. Fu proprio per la sciagurata scelta di ampliamento che uscimmo dalla maggioranza 7 anni fa; volevamo impedirlo con ogni mezzo ma il Pd non mosse un dito …”.
Il gruppo di opposizione ha poi precisato di aver invitato, anche recentemente, il comune di San Giovanni, a non prendere soldi dal Comune di Terranuova Bracciolini a titolo di indennità di disagio della discarica. “Invece -ha hanno aggiunto Carbini&C. – Li hanno presi e si sono fatti comprare per un piatto di lenticchie barattandolo con la salute dei cittadini. Abbiamo proposto e suggerito azioni comuni sul nuovo piano regionale dei rifiuti. Ci hanno deriso e detto che prendevamo “Cantonate”. Quindi – ha proseguito Cresce San Giovanni – basta con le ipocrisie ! Ci faremo noi portavoce verso il governo regionale dei bisogni dei sangiovannesi e dei valdarnesi , visto che la Giunta e il Pd non ne sono stati capaci . Stiamo inoltrando una richiesta di incontro al Presidente della Regione Rossi con il nostro gruppo Consiliare. Vogliamo e pretendiamo chiarezza sulla chiusura al 2021 e la bonifica post mortem della discarica , oltre a indagini accurate e serie su eventuali danni occorsi ai nostri cittadini”.

Articoli correlati