Cerca
Close this search box.

Prada. Al 30 settembre ricavi in crescita del 17%. Asia Pacifico, Giappone e Europa trainano la crescita

Il Consiglio di Amministrazione di Prada S.p.A. ha esaminato e approvato i ricavi consolidati al 30 settembre 2023. I ricavi netti sono pari a 3.344 milioni di euro, in crescita del 17% anno su anno; le vendite retail segnano un +17%, pari a 2.979 milioni di euro, con Prada al +13% e Miu Miu addirittura al +49%. Asia Pacifico, Giappone e Europa trainano la crescita, con vendite retail nei nove mesi in crescita rispettivamente del +21%, +47% e +17%; bene anche il Medio Oriente +12%, lievissima flessione delle Americhe -1%. Si registra una crescita anno su anno in tutte le categorie di prodotto, guidata da abbigliamento +32%; pelletteria +8% e calzature +16%. Grande apprezzamento per la sfilata Prada P/E24, che conferma il momentum positivo e la forza creativa del marchio. Efficacia anche della strategia di Miu Miu che registra ottimi risultati.

L’esecuzione attenta della strategia ha generato una crescita solida nei nove mesi, e anche nel terzo trimestre, nonostante la base di confronto molto sfidante – ha detto Patrizio Bertelli, Presidente e Amministratore Esecutivo del Gruppo Prada – Il Gruppo ha continuato a consolidare la desiderabilità dei propri marchi e ha accelerato gli investimenti come previsto. Guardando avanti, possiamo contare sulla nostra rafforzata organizzazione per accelerare sull’innovazione e rendere il nostro Gruppo ancora più dinamico, mantenendo la flessibilità e reattività che da sempre lo caratterizzano”. “Nel terzo trimestre Prada ha mantenuto una traiettoria di crescita solida, sostenuta da vendite like-for-like a prezzo pieno – ha aggiunto Andrea Guerra, Amministratore Delegato del Gruppo – Miu Miu ha registrato nuovamente un’ottima performance in tutte le geografie e categorie di prodotto. In un contesto geopolitico ed economico incerto che ci richiede di rimanere vigili, continuiamo ad osservare momentum favorevole e forte entusiasmo attorno ai nostri marchi. Questo ci posiziona bene per un quarto trimestre positivo ed in relazione alla nostra ambizione per l’anno di crescita solida, sostenibile e superiore alla media di mercato”.

Articoli correlati