Cerca
Close this search box.

“R.I.S.VA in Musica sotto le stelle”. Grande serata a Montevarchi. Studenti protagonisti

Successo straordinario ieri sera a Montevarchi per il concerto finale del progetto “R.I.S.VA in Musica”, che coinvolge 17 istituti scolastici del Valdarno. Gli studenti e i loro insegnanti si sono esibiti in una piazza Varchi stracolma e le loro performance sono state interrotte più di una volta da scroscianti e applausi.

La Rete degli Istituti scolastici in Musica è un vero e proprio polo, nato dalla collaborazione tra i Licei di San Giovanni, scuola capofila, tutte le amministrazioni comunali del territorio, oltre alle seguenti scuole: Istituti Comprensivi Dante Alighieri di Cavriglia, di Bucine, Don Milani di Castelfranco Piandiscò, di Figline Valdarno, il Giovanni XXIII di Terranuova, la Magiotti di Montevarchi, Marconi e Masaccio di San Giovanni, il Mochi di Levane, la Petrarca di Montevarchi, l’istituto comprensivo di Reggello, di Rignano e di Incisa Valdarno e il comprensivo Venturi di Loro Ciuffenna. Ci sono poi l’Isis Valdarno, l’Isis Varchi di Montevarchi, il Vasari di Figline.

Il progetto intende promuovere e favorire tra tutte le scuole della rete lo svolgimento di attività legate alla musica. Gli obiettivi hanno alla base non solo la promozione artistico-musicale, ma anche l’ impegno nel contrasto del disagio giovanile, oltre alla prevenzione della dispersione per i soggetti a rischio di emarginazione e all’inclusione degli alunni stranieri e con bisogni educativi speciali, in modo da far acquisire competenze in grado di lasciar esprimere l’energia creativa dei ragazzi e favorire l’integrazione e il dialogo. E’ nato anche il Coro e Ensemble Orchestrale valdarnese, che ieri sera hanno strappato applausi a scena aperta.

L’esperienza musicale può e deve diventare un patrimonio culturale e umano condiviso da tutti, perché promuove l’integrazione di diverse componenti, quella logica, quella percettivo-motoria e quella affettivo-sociale. Fruire e fare musica occupa uno spazio considerevole nella vita di bambini, adolescenti e giovani. All’evento di ieri sera a Montevarchi ha preso parte anche il direttore regionale dell’ufficio scolastico Ernesto Pellecchia e il professor Vespri del Ministero dell’istruzione e del Merito. Quest’anno, grazie al progetto LIS del Comprensivo “Dante Alighieri” di Cavriglia, la rete di scuole valdarnesi “Risva in musica” si è arricchita di una metodologia didattica davvero innovativa: il coro nella lingua dei segni.”Cantare con le mani” significa favorire l’inclusione per coloro che hanno bisogni educativi speciali di natura sensoriale, come ad esempio la sordità, il mutismo selettivo.

Articoli correlati