Cerca
Close this search box.

San Giovanni: “Nel fuoco vivo dell’Amore”, sacra rappresentazione domani in Pieve

“Nel fuoco vivo dell’Amore” è il titolo della sacra rappresentazione promossa dalle Suore Agostiniane a San Giovanni. Andrà in scena per la prima volta domani sera alle 21 nella Pieve di San Giovanni Battista in occasione della Festa della Santissima Annunziata.
Lo spettacolo, che si avvale delle musiche del maestro Johnatan De Sanctis, curatore anche della regia, è tratto dall’omonimo libro di poesie del professor Paolo Butti (nella foto).
Nato e residente a Figline, Butti è docente di materie letterarie, autore di saggi e poeta. Ha pubblicato i libri di poesia: “Il sogno e la speranza” (2003 e 2004), “La via della Croce”(2007), “Nel cuore della Madre” (2010) e “Nel fuoco vivo dell’Amore” (2016). Inoltre ha composto la parte poetica dell’opera musicale di autori vari “Il perfetto canto” (2014). Collabora a varie riviste ed ha avuto per la sua attività importanti riconoscimenti della critica. Recentemente ha ricevuto un prestigioso premio al 6º Concorso Nazionale “Luciano Nicolis” a Villafranca di Verona, premio che si aggiunge ai numerosi attestati conferiti nel corso degli anni.
Le opere di Butti costituiscono una trilogia e sono stilisticamente strutturate in maniera tale da poter essere, oltre che lette, messe in scena sotto forma di sacre rappresentazioni. I testi riportano infatti le parole, i pensieri, gli stati d’animo dei vari personaggi evangelici nelle diverse situazioni. “La via della Croce” e “Nel cuore della Madre” già sono state rappresentate,“Nel fuoco vivo dell’Amore” vede adesso il suo esordio e coinvolge e armonizza più discipline, secondo una formula già sperimentata con successo.
L’evento prevede la lettura recitata dell’intero testo a opera di Simona Gonnelli, Stefano Baldecchi e Lorenzo Michelini, un ricco e vario accompagnamento musicale a cura di Johnatan De Sanctis, la partecipazione del JeSse Project (Coro e Band) e gli interventi coreografici realizzati da Giovanni Quintiero, da Rachele Moggio e da artisti della Danza Sangiovannese.

Articoli correlati