Cerca
Close this search box.

San Giovanni. Scuola del Doccio. Cronoprogramma confermato. Dopo la pausa natalizia il trasferimento

Ad inizio dicembre si concluderanno i lavori di realizzazione della “nuova” ala alla scuola del Doccio, nel quartiere Oltrarno, a San Giovanni. L’assessore ai lavori pubblici Francesco Pellegrini, nelle ultime ore, ha fatto il punto della situazione, annunciando che sono terminati gli interventi alle strutture metalliche e quasi completati i tamponamenti esterni. “Dagli ultimi colloqui avuti con la ditta – ha aggiunto – abbiamo indicazione che finiranno all’inizio del mese di dicembre, in tempo per consentirci il trasferimento dopo la pausa natalizia. Monitoreremo comunque l’andamento dei lavori”. La nuova “ala” della struttura si sarebbe dovuta inaugurare a settembre. In realtà il taglio del nastro ci sarà il prossimo mese di gennaio a causa di uno slittamento dovuto ad un problema nella fornitura delle strutture metalliche che ha causato una serie di ritardi. Si è quindi è reso necessario trovare una soluzione temporanea che permettesse di recuperare adeguati spazi nella sede provvisoria della scuola Rosai Caiani fino alla pausa natalizia. Una volta ultimato, quello del Doccio sarà un polo scolastico in grado di assicurare obiettivi pedagogici e di sostenibilità ambientali importanti. La nuova ala sarà funzionale e architettonicamente al top.
La struttura sarà in acciaio, in modo da ridurre i tempi di realizzazione e le interferenze con le lezioni didattiche. Verrà realizzato il nuovo fabbricato destinato a aule, sala polifunzionale, mensa e laboratorio e nuovo ingresso per la scuola dell’infanzia; il collegamento funzionale con l’edificio esistente e un blocco scala ascensori per il collegamento al primo piano con l’adeguamento dell’ingresso su via Leonardo da Vinci. E ancora, sarà sistemato il resede esterno del plesso e l’accesso pedonale di via Giotto verrà trasformato in carrabile per i mezzi di servizio alla scuola.
Il progetto è nato nell’ottobre 2019, da uno studio di fattibilità cofinanziato dalla Regione Toscana con un contributo di 278.400 euro per la realizzazione della “nuova” scuola, affinato nelle successive fasi progettuali attraverso un dialogo partecipato con il corpo docente, in modo da arrivare ad una soluzione che risponda alle esigenze di bambini e degli insegnati, ottimizzando gli spazi a disposizione, migliorando la fruibilità dell’ambiente scolastico. Una soluzione architettonica definita di elevato standard sia nei materiali che nella struttura, che prevede anche la realizzazione di un nuovo accesso dedicato per la scuola dell’infanzia su via Leonardo da Vinci, permettendo anche una riorganizzazione completa degli spazi esterni. Ad inizio 2022 San Giovanni, e in particolare il quartiere Oltrarno, avrà la sua “nuova” scuola.

Articoli correlati