Cerca
Close this search box.

San Giovanni celebra la Giornata della Memoria tra iniziative per gli studenti, riflessioni e proiezioni

Riproduci video

San Giovanni si appesta a celebrare la Giornata della Memoria, che il 27 gennaio di ogni anno ricorda, con iniziative in tutta Italia, cosa sia stata la Shoah e i milioni di vittime che produsse. Gli eventi sono stati presentati questa mattina dal sindaco Valentina Vadi (intervista in alto) Si parte venerdi alle 10 al cinema teatro Masaccio, dove ci sarà la proiezione del film di Claudio Bisio “L’ultima volta che siamo stati bambini”. Roma, estate 1943. Racconta la storia struggente di quattro bambini che giocano alla guerra mentre attorno esplodono le bombe della guerra vera. Introdurrà la proiezione Luigi Nepi, docente di Cinema all’Università degli Studi di Firenze. L’iniziativa è rivolta alle scuole secondarie di primo grado e al biennio della secondaria di secondo grado, ma è aperta a tutta la cittadinanza.

Lo stesso giorno, alle 21,30 a Palomar, la casa della cultura, si terrà la conferenza di Giorgio Seveso, critico d’arte. Insieme all’artista Marco Fidolini ha allestito la mostra “Passato e presente: la scatola di Dachau et cetera”, che affronta proprio il tema della Shoah. Insieme parleranno del “Coraggio della pittura” nel raccontare la storia. La rassegna espositiva di Fidolini è stata inaugurata il 7 gennaio scorso, negli spazi di Casa Masaccio. Significativa fin dal titolo, raccoglie opere composte tra il 2006 e il 2008 che rappresentano un viaggio dentro l’orrore di una delle più grandi tragedie della storia. I disegni in grafite e le acqueforti ripropongono, senza nessun filtro e nessun compromesso estetizzante, le immagini reali della Shoah e della ferocia nazista, mentre La scatola di Dachau (polittico a scomparti mobili) fa precipitare lo sguardo dentro una paurosa spirale di suggestioni, fino a farlo incrociare con gli occhi terrorizzati e terrorizzanti dei prigionieri del campo di Dachau. Il giorno seguente, sabato 27 gennaio lo stesso incontro sarà proposto alle scuole secondarie di secondo grado alle ore 10 nell’aula magna del centro di GeoTencologie. L’evento sarà aperto anche alla cittadinanza.

Si prosegue poi alle 16 a Palomar con la presentazione del libro “La Shoah spiegata ai bambini” di Paolo Valentini illustrato da Chiara Abastanotti. Previsto anche un laboratorio per ragazzi dai 10 anni sull’importanza delle parole e il loro potere creativo. Domenica 28 gennaio,  Aldo Cazzullo e Moni Ovadia porteranno in scena al teatro Masaccio “Il duce delinquente”, tratto dal libro “Mussolini il capobanda” scritto dallo stesso Aldo Cazzullo, che rientra nel programma della stagione teatrale. Una storia a due voci: lo scrittore racconta, Moni Ovadia legge i testi del Duce e delle sue vittime. Con musiche e canzoni dell’epoca.

Infine, sabato 3 febbraio alle 21,30 e domenica 4 febbraio alle 16,30 e alle 21,30 sempre al teatro Masaccio, per il ciclo Masaccio d’essai, sarà proiettato il film “One life” di James Hawes. La pellicola, adattamento cinematografico della biografia If It’s Not Impossible… The Life of Sir Nicholas Winton scritta da Barbara Winton, narra le vicende di Nicholas Winton, uno dei fautori dell’operazione Kindertransport che salvò circa diecimila bambini ebrei prima dell’inizio della seconda guerra mondiale, provenienti dalla Germania nazista e dai territori occupati.

Articoli correlati