Cerca
Close this search box.

San Giovanni. Chi contenderà a Vadi la carica di sindaco? Gli scenari

Subito dopo le vacanze estive a San Giovanni, e non solo, inizieranno ad accendersi i motori in vista delle elezioni amministrative del 2024. Nella città di Masaccio, al momento, l’unica certezza è rappresentata dalla candidatura nelle file del centro-sinistra del sindaco uscente Valentina Vadi. Nessun dubbio infatti sul bis da parte dell’ex consigliere regionale, che punta ad un nuovo successo per consolidare il suo percorso amministrativo. Per quanto riguarda invece le altre forze politiche, la situazione non è ancora chiara e soprattutto non delineata. Un po’ di chiarezza l’ha fatta nei giorni scorsi la Lega, che è uscita ufficialmente allo scoperto con affermazioni piuttosto esplicite. Il partito di Matteo Salvini ha sottolineato che è prematuro parlare di trattative “almeno con quel piglio deciso che alcuni partiti delle opposizioni manifestano, alla ricerca di alleanze numeriche, forse, e non di proposte”. Insomma, come a dire, ci possiamo anche sedere attorno a un tavolo, ma parlando di programmi e non di percentuali di voto. Altro aspetto che è stato evidenziato è quello legato al ruolo del Carroccio. Un ruolo che dovrà essere centrale all’interno della coalizione di centro-destra. Una coalizione che quindi si presenterà unita alle prossime amministrative sangiovannesi e risulta obiettivamente difficile un accordo con altre forze politiche, nello specifico le liste civiche, a meno che non ci sia un’alleanza programmatica e anche una convergenza sulla candidatura.

E sono proprio i civici a dover sciogliere, almeno davanti all’opinione pubblica, molti dubbi. Risulta chiaro che un accordo elettorale con un’altra forza in campo sarebbe importante in vista della “battaglia” politica nei confronti del Pd e dei suoi alleati, ma al momento è improbabile, anche se in politica niente è impossibile. Se le elezioni ci dovessero essere tra poche settimane le liste civiche sangiovannesi si presenterebbero quasi sicuramente da sole e con un candidato espressione del movimento. Già, perché chi si confronterà con Valentina Vadi alle prossime amministrative, questo è certo, sarà un esponente civico. Tra i nomi che si fanno quello di Claudio Lalli, ma non si possono escludere anche altri consiglieri, come ad esempio Stella Scarnicci, o magari un candidato della società civile legato in qualche modo al movimento. Molto improbabile, per non dire quasi impossibile, una nuova scesa in campo di Francesco Carbini, sulla cui candidatura, negli ultimi giorni, si sono riaffacciate nuove voci. Ma l’ex consigliere comunale difficilmente si ripresenterà alle elezioni. Per quanto riguarda infine il Movimento 5 Stelle, a giudicare dalle stilettate che stanno arrivando un giorno sì e un giorno no al centro-sinistra e all’amministrazione guidata da Valentina Vadi, risulta difficile prevedere un’alleanza con il Partito Democratico. Probabilmente i pentastellati si presenteranno da soli e il candidato potrebbe essere nuovamente Tommaso Pierazzi.

Articoli correlati