Cerca
Close this search box.

Storie in azienda. Marco Amatucci, lavoratore Ivv. “Abbiamo dimostrato una resilienza incredibile”

“I dipendenti IVV hanno dimostrato una resilienza incredibile”. Marco Amatucci, aretino, 43 anni, lavora da oltre 15 anni all’interno dell’Industria Vetraria Valdarnese, storica azienda del territorio al centro di una situazione complicata, acuita dall’aumento dei costi energetici. La produzione è ferma dallo scorso mese di novembre, ma si intravede comunque una luce in fondo al tunnel. Il Ministero delle Imprese e del Made in Italy sta infatti provvedendo alla nomina del commissario liquidatore. Solo dopo questo passaggio sarà possibile perfezionare l’operazione e definire eventualmente la trattativa per la cessione, dato che ci sono soggetti interessati. “Ormai non si tratta più di mesi, ma di anni di difficoltà – ha aggiunto Amatucci – Prima l’apertura del concordato in continuità, poi il Covid, a seguire l’impennata delle bollette, in particolare del gas metano e l’aumento dei costi delle materie prime, che hanno costretto la nostra azienda alla fermata degli impianti fusori e successivamente alla domanda di LCA. Tuttavia, in questo periodo, i dipendenti/soci si sono uniti ancora di più per tenere viva questa realtà che ha un brand di oltre 70 anni alle spalle”. Attualmente i dipendenti sono in cassa integrazione. “Per quanto riguarda gli uffici – ha detto Amatucci, che lavora nel reparto amministrativo – è in essere la cassa a rotazione in media al 50%. Quindi lavoriamo circa 20 ore a settimana, mentre gli addetti alla produzione sono stati messi in CIGS a zero ore”. Ma nessuno si è arreso.
“Nonostante la situazione di crisi la società ha sempre mantenuto attiva l’attività commerciale – ha ricordato – Anche i primi cinque mesi del 2023 registrano un portafoglio d’ordini all’estero simile a quello dello scorso anno, malgrado l’attività di promozione – fiere, cataloghi e produzione nuovi prodotti – non sia stata svolta per la difficoltà economico-finanziaria in cui si trova l’azienda”. E per il futuro? “Sono preoccupato, ma comunque ottimista – ha sottolineato il lavoratore IVV – Credo infatti nelle potenzialità del nostro brand e che possa essere rilanciato con investimenti mirati”. Forte è stata la vicinanza della popolazione e delle istituzioni. “Molti cittadini hanno invaso da inizio anno il nostro IVV Shop di San Giovanni e ci hanno fatto sentire il loro calore – ha confermato Amatucci – Per quanto riguarda le istituzioni locali, Lega Coop e in particolare la Regione Toscana sono state fondamentali. Al momento è stato infatti messo a disposizione anche l’ufficio Invest in Tuscany della Regione, che ha avviato un serio confronto con i soggetti che hanno manifestato l’interesse per l’IVV, con l’obiettivo di concretizzare l’ipotizzata cessione dell’azienda o di un ramo di essa in tempi brevi, con il duplice obiettivo di preservare un’eccellenza del territorio e di salvaguardare i livelli occupazionali”.

Articoli correlati