Cerca
Close this search box.

Terranuova. Tutte le forze di maggioranza chiedono a Sergio Chienni di ricandidarsi

Tutte le forze che compongono la maggioranza politica di Terranuova Bracciolini hanno chiesto ufficialmente a Sergio Chienni di ricandidarsi nuovamente per la carica di sindaco. Richiesta arrivata a poche ore dalla decisione del Consiglio dei Ministri di aprire al terzo mandato per gli amministratori dei comuni fino a 15.000 abitanti. La proposta unitaria è arrivata da Partito Democratico, Azione, Italia Viva, Civici Terranuovesi, Partito Socialista, Associazione Sandro Pertini, Sinistra Italiana e Verdi. “Una decisione – hanno spiegato – che nasce dalla forte convinzione che la sua figura rappresenti la miglior soluzione possibile per capacità di governo e di inclusione”.

La maggioranza si è detta certa che occorra dare continuità al lavoro fatto in questi anni dall’amministrazione, proiettandolo in un futuro prossimo che racchiude in sé tante opportunità. Il riferimento è ai fondi PNRR, nuove sfide complesse da affrontare al meglio. “Per questo – hanno aggiunto- riteniamo che Terranuova debba contare su una guida competente e dinamica, che conosca a fondo il tessuto economico e sociale e che sia in grado di unire e trovare consenso al di là delle appartenenze”.

“La nostra comunita – hanno proseguito le forze di governo – ha visto proseguire quel percorso di crescita che ci ha portato ad essere un’area attrattiva per le imprese, per i giovani e per le famiglie. Sono state realizzate opere importanti e avviati cantieri strategici per il futuro della città. Allo stesso tempo sono stati valorizzati e implementati i servizi educativi e sociali, che ci rendono una città inclusiva e solidale. Davanti a noi – si legge nel documento unitario – abbiamo ancora dei passi fondamentali da compiere insieme, con entusiasmo e competenza.
In virtù di questi aspetti, e tenuto conto del parere diffusamente positivo sull’operato dell’amministrazione da lui guidata, come forze politiche chiediamo a Sergio Chienni la disponibilità a candidarsi alla carica di Sindaco per le prossime elezioni amministrative del 2024”.

Articoli correlati