Cerca
Close this search box.

Videosoveglianza: si amplia la rete di Montevarchi grazie alla sinergia tra Prada e Comune

Un nuovo sistema di telecamere a circuito chiuso, capace di riconoscere le targhe a distanza, nel parcheggio pubblico di via della Lama a Levanella di Montevarchi. Sarà finanziato da Prada con l’obiettivo di rendere più sicura l’area di sosta dove di recente si sono verificati alcuni furti ai danni di clienti dell’outlet e non solo.
Il progetto prevede la realizzazione di un impianto televisivo a circuito chiuso con quattro telecamere collocate in punti strategici per la sorveglianza e altre due in grado di leggere i numeri di targa dei veicoli in transito. Gli occhi elettronici saranno gestiti dal municipio attraverso un collegamento via radio con la centrale operativa del comando di Polizia Municipale.
Prada sosterrà i costi dell’operazione approfittando delle disposizioni contenute nel regolamento per la gestione delle sponsorizzazioni approvato nel 2016 dal Consiglio comunale cittadino. La spesa complessiva è di 33.146,45 euro e la proposta presentata dalla società è stata approvata dalla Giunta.
Grazie all’intesa si amplierà la rete di videosorveglianza della città che finora poteva contare su 38 telecamere posizionate nelle zone ritenute sensibili dalle forze dell’ordine, come l’autostazione del Memorario attigua allo scalo ferroviario e il triangolo tra via Roma e le piazze Vittorio Veneto, Mazzini e Donatori di Sangue; in viale Matteotti, per vigilare sul polo scolastico e sportivo, in piazza della Repubblica e nelle vicinanze di alcune isole ecologiche per contrastare gli abbandoni selvaggi di rifiuti ingombranti fuori dai cassonetti.

Articoli correlati