Cerca
Close this search box.

Il Liceo Scientifico del Varchi finalista ad un concorso nazionale sulle scienze

La professoressa Chiara Casucci, dirigente scolastica del Varchi

C’è anche il Liceo scientifico ad opzione scienze applicate “Benedetto Varchi” di Montevarchi tra gli otto istituti finalisti del concorso nazionale “Mad For Science 2024”, il cui epilogo è in programma il 23 maggio a Torino. Scuole di Campania, Lombardia, Lazio, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto si contenderanno il montepremi complessivo di 200.000 euro da investire nel proprio laboratorio di scienze. L’iniziativa è stata promossa dalla Fondazione Diasorin e i finalisti si confronteranno su come le “Biotecnologie rosse, gialle e bianche possano aiutarci a salvaguardare la salute delle persone e del pianeta”. Il codice colore delle biotecnologie, quelle rosse, trovano applicazione nel campo della medicina e della salute, quelle gialle sono legate all’alimentazione e alla produzione di alimenti, mentre le bianche sono legate ai processi industriali. Le scuole in gara hanno messo a punto cinque esperienze didattiche innovative e coerenti con il tema proposto per dimostrare come le biotecnologie possano essere esplorate anche nel contesto di un laboratorio scolastico su un tema sempre più attuale come quello della salute delle persone e del Pianeta.

 

 

Gli studenti valdarnesi, con l’ausilio degli insegnanti, hanno messo a punto un progetto sulla biovalorizzazione delle acque reflue di frantoio con produzione di idrogeno verde” che si propone di valorizzare le acque di vegetazione delle olive sia attraverso la produzione di bioidrogeno (tramite impiego di alghe e batteri), sia di altri prodotti ad alto valore aggiunto. E’ stata scelta la giuria chiamata a valutare i progetti finalisti e la finale si terrà alle Officine Grandi Riparazioni, nel capoluogo piemontese. L’istituto che si aggiudicherà il primo premio vincerà l’implementazione del laboratorio scolastico per un valore di 75.000 euro (50.000 euro per strumenti e arredi e 5.000 euro all’anno per i 5 anni successivi per la fornitura dei relativi materiali di consumo); il secondo classificato un importo di 45.000 euro, il terzo di di 30.000 euro. Non solo, ai team arrivati in finale, nessuno escluso, verrà assegnato il Premio Finalisti, del valore di 10.000 euro. La Fondazione Diasorin, costituita nel luglio 2020, è un ente senza scopo di lucro che opera nei settori dell’educazione, istruzione e formazione in ambito scientifico per sostenere giovani talenti, suscitare l’interesse dei giovani verso la scienza e promuovere la formazione degli insegnanti e la cultura scientifica.

Articoli correlati