Cerca
Close this search box.

Elezioni Figline Incisa. Le proposte della candidata sindaco Giorgia Arcamone ai commercianti

Mercoledì 15 maggio la candidata a Sindaco Giorgia Arcamone per la lista CambiaMenti ha incontrato i commercianti di Figline e Incisa. “Dal confronto sono emerse criticità comuni – ha commentato Arcamone a margine dell’incontro- che vanno dalla scarsa possibilità di parcheggio, all’illuminazione, all’abbattimento del costo della Tari divenuta ormai insostenibile, alla sicurezza. La vicinanza al territorio e alla comunità è uno dei punti fondamentali del programma della lista. Un territorio si può considerare vivo grazie alla rete commerciale che lo costituisce. Dai pareri, dalle idee e dalle condivisioni la percezione è stata invece quella che i commercianti di Figline e Incisa Valdarno non siano stati ascoltati. Noi ritieniamo invece necessario- continua Arcamone-  costruire una relazione fondata sul dialogo e su progetti concreti.”

“Il nostro programma- scrive la candidata sindaco- riserva al commercio diversi punti. Fra questi la realizzazione di un elenco delle botteghe storiche con più di 20 anni di attività con un QR code che rimandi allo stesso elenco; la revisione della tariffa Tari con possibilità per i commercianti di accesso all’Ecocentro per ottenere una tariffazione puntuale dell’effettivo rifiuto prodotto; agevolazioni per le nuove aperture di esercizi commerciali o ampliamento nell’anno di apertura e per i tre anni successivi.” Poi, fra le altre cose, il programa riserva un’attenzione particolare agli eventi. “E’nostra intenzione- afferma Arcamone- realizzare e pubblicizzare un calendario coordinato con le due Pro Loco, CCN e altri soggetti organizzatori;  revisione della manifestazione Autumnia con un maggiore coinvolgimento delle aziende del territorio come espositori. Infine, la realizzazione di un calendario annuale con pubblicizzazione delle aperture domenicali e serali dei negozi con adesione di tutti gli esercizi per abituare nuovamente le persone a frequentare le nostre strade e piazze.”

 

 

 

Articoli correlati