Cerca
Close this search box.

Il neo assessore Testi. ” Ho accettato con entusiasmo questo incarico”

C’era molta curiosità a Figline Incisa sul nome del neo assessore al bilancio e indubbiamente nessuno si sarebbe aspettato che a sostituire Silvia Tonveronachi sarebbe stato Sauro Testi, 54 anni,ex sindaco di Bucine per due legislature e presidente dell’Unione dei Comuni dei Tre Colli dal 2012 al 2014.Un uomo delle istituzioni del Valdarno aretino che arriva in quello fiorentino. E sicuramente la scelta della sindaca di Figline Incisa Giulia Mugnai non è stata casuale.
“Adesso per il nostro Comune, superata questa prima fase di start-up dovuta alla fusione dei Comuni, si apre un nuovo periodo – ha spiegato la sindaca -. Grazie all’ottimo lavoro di Silvia Tonveronachi abbiamo un Bilancio calibrato al centesimo, che ha tutte le caratteristiche per diventare uno strumento preciso e puntuale per la programmazione politica. Per guidare questo passaggio ho pensato a Sauro Testi, un ex sindaco stimato e apprezzato dalla sua comunità che, proprio grazie ad una lunga e proficua esperienza amministrativa, potrà dare alla nostra Giunta quel giusto mix tecnico-politico che servirà per mettere a frutto tutti i benefici della fusione”.E poi c’è il tema delle politiche di area vasta – ha aggiunto la sindaca Mugnai -, una delega introdotta adesso ma che, in considerazione della continua evoluzione geo-politica del territorio, assume un ruolo determinante anche per la nostra città. Finora era infatti prioritario far partire la macchina comunale da un punto di vista organizzativo, ma adesso è il momento di guardare con attenzione agli scenari che si aprono intorno a noi relativamente alla Città Metropolitana, all’area del Valdarno aretino e all’Unione dei Comuni Valdarno-Valdisieve”.

“Ho accettato con grande piacere e con grande entusiasmo questo incarico – ha commentato il neo assessore -, per me si tratta di un’esperienza nuova, in uno dei Comuni più grandi dell’area Valdarno-Valdisieve: quindi ci sarà bisogno di tutto l’impegno del caso, ma sono abituato a lavorare a testa bassa e questa sfida non mi spaventa, anzi, è davvero molto entusiasmante. Oltre che la conoscenza di una macchina amministrativa che proviene da una fusione, trovo infatti particolarmente suggestiva l’idea di entrare in contatto con una comunità nuova ed un territorio davvero molto ricco sotto vari profili”. Alla presentazione del nuovo assessore, questa mattina nella sala “Francesco Staderini” di Figline, era presente tutta la Giunta. Giunta che ha visto, con l’ingresso di Testi, una redistribuzione delle deleghe. Al neo assessore vanno quindi Bilancio e Tributi, Trasparenza, Rapporti con le società partecipate, Attività produttive e Sviluppo del territorio (che gli vengono “cedute” da Lorenzo Tilli) e Politiche di area vasta. Sostanzialmente invariate le deleghe degli altri assessori: a Caterina Cardi restano Lavori Pubblici, Personale, Protezione Civile, Viabilità; Lorenzo Tilli mantiene Commercio, Turismo, Promozione territorio, Agricoltura, Centri storici, Ambiente, Trasporti, ma guadagna Innovazione e Sistemi informativi; a Ottavia Meazzini restano le deleghe assunte nel giugno 2014 (Politiche sociali, Sanità, Politiche per l’intercultura e l’integrazione), così come a Mattia Chiosi (Istruzione, Sport, Cultura). La sindaca mantiene sotto la propria competenza Pianificazione territoriale, Polizia municipale, Comunicazione e Rapporti istituzionali.

Articoli correlati