Cerca
Close this search box.

Rinnovato dopo 20 anni il patto di gemellaggio fra San Giovanni Valdarno e Gerico. La firma durante il consiglio comunale in Palazzo d’Arnolfo

E’ stato rinnovato ieri giovedì 6 luglio 2023, a 20 anni dalla sua sottoscrizione, il patto di gemellaggio e l’accordo di reciproca collaborazione fra la città di San Giovanni Valdarno e la città di Gerico. La firma del documento, da parte del sindaco della città del Marzocco Valentina Vadi, del primo cittadino palestinese Abdal Karim Sedir e del presidente del consiglio comunale Elena Spadaccio è avvenuta durante l’assise convocata in palazzo d’Arnolfo per l’occasione. Presenti anche il console generale italiano a Gerusalemme Giuseppe Fedele e l’ambasciatore di Palestina in Italia Abeer Odeh.“Sono per me un grande onore ed una grande emozione essere qui, insieme a voi, oggi, in veste istituzionale, in rappresentanza di tutta la città di San Giovanni Valdarno, per rinnovare, dopo 20 anni, il patto di gemellaggio che unisce le nostre due comunità cittadine”, il discorso tenuto dal sindaco Valentina Vadi. “Quel Patto di Gemellaggio, a sancire questi speciali rapporti di amicizia tra le nostre due comunità, fu firmato, in forma ufficiale, il 18 ottobre 2003 dal sindaco Mauro Tarchi, dal sindaco Abdal Karim Sedir e dal presidente del consiglio comunale, Fabrizio Segoni, ed io tengo, ancora oggi, la pergamena di quel patto incorniciata ed affissa nella stanza dove si riunisce la giunta comunale, segno, anche questo, del profondo legame di affetto che noi sentiamo per voi. Ricordo, tra i progetti più importanti che il Comune di San Giovanni Valdarno ha promosso a favore della comunità di Gerico, il centro di riabilitazione e la biblioteca che ancora oggi rappresentano un segno concreto del legame di amicizia che ci unisce alla Terrasanta. A distanza di vent’anni da quella firma, rinnoviamo il patto di gemellaggio con profonda convinzione e non come fosse un atto dovuto, certi che sarà l’occasione per rinsaldare i legami tra le due comunità, rafforzare iniziative già esistenti e darne vita a nuove: in questa direzione vanno gli incontri che la delegazione ha fatto e farà nei giorni di permanenza a San Giovanni Valdarno, con le aziende del nostro territorio. Le relazioni internazionali sono per noi importanti perché siamo convinti che l’amicizia tra le persone, le città ed i popoli sia uno degli strumenti di crescita umana più qualificanti per la costruzione di comunità democratiche e pacifiche. Rinnovare, oggi, il Patto di Gemellaggio tra le nostre due città significa porsi l’obiettivo di intensificare ancora di più il legame tra San Giovanni Valdarno e Gerico: questo noi continueremo a fare, memori del lavoro importante che è stato svolto in questi venti anni dal Comune di San Giovanni Valdarno, dalle associazioni sangiovannesi e dal Comitato per i gemellaggi. Non soltanto, quindi, il progetto che ci vede già impegnati sul fronte della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, ma anche la possibilità di rafforzare e rinnovare il centro di riabilitazione insieme a nuove opportunità nel campo delle tecnologie applicate alla sostenibilità ambientale.In questa direzione è andato l’incontro di ieri con il Crt (Centro riabilitazione della Toscana) e con la Moretti Spa, nota azienda di dispositivi medici e sanitari per la riabilitazione del nostro territorio, che ci consentirà di rinnovare il progetto nato oltre 15 anni fa e aggiungere un ulteriore ed efficace tassello ai nostri rapporti di amicizia con Gerico”.“Teniamo particolarmente al rapporto con San Giovanni Valdarno – ha dichiarato il sindaco di Gerico Abdal Karim Sedir – Il legame che unisce il nostro territorio al vostro è qualcosa di profondo che va oltre i rapporti istituzionali e coinvolge attivamente la popolazione. Sentiamo la vostra vicinanza e di questo siamo grati. La biblioteca comunale e il centro di riabilitazione che abbiamo costruito sono punti di riferimento importanti per la nostra comunità e ci impegniamo ogni giorno perché siano utili, funzionali e utilizzati. La cosa più apprezzabile di un gemellaggio è l’arricchimento reciproco attraverso la conoscenza e la condivisione e le nostre realtà hanno centrato pienamente l’obiettivo. Siamo sicuri che questo splendido rapporto che si è creato non solo proseguirà negli anni a venire ma continuerà a portare benefici e progettualità importanti”.

L’intervista al sindaco di San Giovanni Valentina Vadi 

Le parole del sindaco di Jerico Abdal Karim Sedir 

 

Durante la seduta sono intervenuti anche il console generale italiano a Gerusalemme Giuseppe Fedele, l’ambasciatore di Palestina in Italia Abeer Odeh, l’assessore ai gemellaggi e alle relazioni internazionali Fabio Franchi e i capi gruppo in consiglio comunale.

L’intervista al console generale italiano a Gerusalemme Giuseppe Fedele

Abeer Odeh ambasciatore di Palestina in Italia

L’assessore ai gemellaggi Fabio Franchi 

Con la firma del documento, si intendono promuovere, negli anni a venire, proficui progetti nel campo della cultura, dell’educazione, del sociale e della cooperazione internazionale.

La firma apposta durante la seduta del Consiglio Comunale 

 

La mattina il sindaco di Gerico Abdal Karim Sedir era arrivato nel palazzo comunale di San Giovanni Valdarno accompagnato da Jouda Eseed, consigliere comunale della città della Cisgiordania proprietario di un’impresa agricola, da Fadia Masoud rappresentante della società civile, molto attiva in ambito sociale e direttrice di una scuola secondaria e dal funzionario comunale Mohammed Isayed.Il primo cittadino Valentina Vadi, insieme agli assessori della giunta comunale, ha accolto la delegazione palestinese nel palazzo comunale per mostrare la sede istituzionale e confrontarsi su programmi e obiettivi futuri allo scopo di rafforzare la cooperazione fra le due comunità.A seguire è avvenuto l’incontro con due aziende che operano in ambito medico, sanitario e riabilitativo: Filippo Fabbrini amministratore delegato della Moretti Spa, specialisti in dispositivi medici, ortopedia, riabilitazione e Antonio Boncompagni direttore generale del Crt, clinica di riabilitazione Toscana per sviluppare future progettualità in Terrasanta. Le due aziende si sono rese disponibili a capire necessità e bisogni e offrire supporto per la formazione e la fornitura di arredi e ausili medici.Poi il sindaco palestinese è stato accompagnato in visita al museo delle Terre Nuove, a Casa Masaccio, dove è in corso la mostra dedicata all’artista Mauro Staccioli, e al museo della Basilica di Santa Maria delle Grazie dove è stato possibile ammirare l’Annunciazione del Beato Angelico.

Alcune foto della giornata di ieri

 

Questa mattina  la delegazione di Gerico è stata ospitata all’azienda Abb. Il plat manager Stefano Chieregato ha mostrato il più grande impianto di produzione di stazioni di ricarica in corrente continua in Italia, che ha sede proprio a San Giovanni Valdarno per valutare la possibilità di sviluppare future progettualità. Dopo una tappa ad Arezzo, alle ore 15,30 sarà il direttore Eike Schmidt a guidare personalmente il sindaco di Gerico e i consiglieri della Cisgiordania, insieme al primo cittadino di San Giovanni Valdarno, nelle Gallerie degli Uffizi a Firenze.

Articoli correlati