Cerca
Close this search box.

Nasce l’associazione “Unici & Uniti della Provincia di Arezzo”. Presidente Stefano Tassi

Si è ufficialmente costituita l’associazione “Unici & Uniti della Provincia di Arezzo”, ed è la prima in Italia aderente alla Federazione Nazionale Unici & Uniti. I soci fondatori sono Stefano Tassi,  nominato presidente, Rossano Innocenti, Cinzia Santoni, Massimo Mugnai e Lanfranco Sabato. L’obiettivo sociale, politico e culturale è la valorizzazione delle persone. “Crediamo fortemente nelle potenzialità del singolo e nella forza delle relazioni costruttive – hanno spiegato i soci fondatori – Ognuno di noi è unico e arricchisce gli altri con le sue competenze, senza imposizioni, senza limitazioni, senza ordini dall’alto e senza “yes-man”.

“Dove gli altri si lasciano dividere dalle criticità – hanno aggiunto – noi le affrontiamo insieme trasformandole in opportunità di confronto e crescita, divenendo ogni giorno più forti e più uniti”. È stata poi resa nota la carta dei valori: il Valore dell’unicità, dell’unione, della buona cittadinanza, il valore della formazione, della vita politica, delle virtù, il valore della famiglia con l’attenzione alla gioventù e il valore dell’umiltà.

L’associazione offrirà ai propri iscritti una costante e continua formazione per la valorizzazione delle persone nelle 8 aree della vita: emozioni, benessere, crescita, esperienze, relazioni, lavoro, finanza e politica. “Ormai da molto tempo, con tanti amici ci confrontavamo su molteplici argomenti di vita dei nostri territori, argomenti che poi si ritrovano nelle finalità e nei valori dell’associazione “Unici & Uniti della Provincia di Arezzo” – ha detto il presidente Stefano Tassi ( nella foto in alto) – Perché abbiamo coinvolto l’intera provincia di Arezzo? Inizialmente pensavamo in modo campanilistico, ognuno alla propria realtà o piccolo Comune, ma poter valutare qualsiasi argomento con ottica e perimetro più grande ci permette di comprendere anche dinamiche lungimiranti e analizzare problematiche similari, magari, già risolte. Poi crediamo che i nostri territori siano molto legati uno all’altro a prescindere dal nome del Comune o dal limite del confine”.

Tassi ha poi spiegato che “Unici&Uniti” nasce come associazione con obbiettivi molto vicini alle esigenze delle persone. “Ma non posso negare che al momento giusto, se non ci sentiamo adeguatamente rappresentati da quanto già esistente sui territori, saremo pronti nel dare il nostro contributo – ha spiegato Tassi – Senza nasconderci dietro ad un dito, tutti noi proveniamo da esperienze di partito con indicazioni verticistiche che spesso non corrispondevano alle esigenze dei territori, ma nessuno di noi ha mai minimamente pensato di accomodarsi su altri partiti della stessa area. Da questa ultima scelta ci siamo resi conto di non essere dei semplici yes-man. Essere dei semplici applicatori di indicazioni provenienti dall’alto, spesso, porta a distorsioni sui territori – ha continuato Tassi – un amministratore pubblico o un sindaco quando si trova davanti ad un problema non si preoccupa se il problema è di sinistra o di destra ma va solo risolto per il rispetto del territorio”.

Articoli correlati