Cerca
Close this search box.

Allagamenti in Via Lavagnini. Cresce S. Giovanni esterna forti dubbi sui risarcimenti

????
????

“Il Sindaco ha già individuato nel gestore Publiacqua s.p.a. il colpevole dell’accaduto e pare che la prossima settimana ci sia un incontro nel corso del quale dovrebbero essere trovati accordi per risarcire dei danni subiti i cittadini. Siamo sicuri che Publiacqua riconoscerà in pieno le proprie colpe? Siamo sicuri che rimborseranno tutto e tutti?”

A parlare in questi termini, all’indomani delle dichiarazioni del Sindaco Viligiardi, è la lista civica sangiovannese “Cresce San Giovanni” che in una nota stampa  esterna oggi le sue preoccupazioni sui possibili risarcimenti ai cittadini colpiti dagli allagamenti di via Spartaco Lavagnini. Non va giù alla lista di opposizione che il gruppo di maggioranza e la Giunta Viligiardi abbiamo rigettato la mozione presentata ieri in Consiglio Comunale con la quale si richiedeva una Commissione Speciale di inchiesta sugli eventi alluvionali del 6 Novembre scorso nel rione cittadino. Proprio ieri Viligiardi aveva parlato della situazione nel consiglio comunale sottolineando come quegli eventi  non potessero essere imputati ad una calamità naturale  ma che vi fossero, invece,  delle responsabilità del gestore  nella manutenzione dei raccordi delle fognature cittadine.  Il primo cittadino aveva poi spiegato come per le domande di risarcimento danni si dovesse attendere del tempo  per capire come muoversi nei confronti  della  Compagnia assicurativa di Publiacqua Spa.

“Molte sono state le  attività ed abitazioni danneggiate dall’ acqua fuoriuscita dalle fognature,  – prosegue la nota di Carbini & C  – secondo noi per pura negligenza umana e mancate manutenzioni, per le quali da anni ci battiamo;  speriamo vivamente anche noi nei risarcimenti, ma abbiamo dubbi. E poi siamo certi che le responsabilità si debbano fermare a questo?”

Secondo “Cresce S. Giovanni”  una commissione d’inchiesta avrebbe potuto  tutelare maggiormente i danneggiati, oltre a dare un segnale di unità di tutto il Consiglio Comunale di fronte ad un evento eccezionale, anche se dovuto ad errore o negligenza.

“Così non è stato, – puntualizzano i rappresentanti di Cresce nella nota stampa –  e non sono stati sufficienti gli esempi di altre commissioni sul recente passato enunciati dal nostro gruppo e dagli altri di opposizione che ringraziamo dell’appoggio,  il gruppo di maggioranza si è astenuto ed ha perso un’altra occasione per far luce fino in fondo su una vicenda che ha colpito profondamente i sangiovannesi”

E così il gruppo di minoranza , che fa capo ai consiglieri Francesco Carbini,  Catia  Naldini e Mario Marziali non negano la preoccupazione che  “sia  stato invece detto no alla commissione d’inchiesta per nascondere una colpa dell’ Amministrazione Comunale sull’operato di Publiacqua s.p.a”, come scrivono nero su bianco e senza mezzi termini nella stessa nota stampa.

Articoli correlati