Cerca
Close this search box.

Cinque anni fa moriva Allison Owens, investita da un pirata della strada alla Gruccia. Crisantemi e fiori sulla targa che ricorda la giovane

allison-owens-luogo-del-ritrovamentoQuel volto i valdarnesi non se lo dimenticheranno mai. Eppure sono passati cinque anni dal giorno della scomparsa della giovane americana Allison Owens il cui corpo fu ritrovato il 5 ottobre 2011 nel canale Battagli nei pressi della Gruccia nel comune di S. Giovanni Valdarno. La ragazza, tour operator, non aveva dato più notizie di sè dal giorno precedente quando dall’abitazione di Via 2 Giugno a S. Giovanni dove alloggiava,  aveva salutato gli amici e colleghi di lavoro per andare a fare footing. La sua scomparsa aveva colpito tutto il Valdarno e l’Italia intera tanto che già dalla serata del 4 ottobre erano giunti a S. Giovanni telecamere, parabole e giornalisti da tutto il mondo. In quel momento furono fatte numerose ipotesi, anche le più terribili;  oltre a tutte le forze dell’ordine che avevano lavorato nelle ricerche, giunsero in Valdarno  anche i Ris dei carabinieri  per indagare sul caso. Poi, la mattina successiva la notizia del ritrovamento del corpo di una giovane donna nel canale Battagli, nell’area dei supermercati, finito lì probabilmente a causa di un incidente. Nei giorni successivi il mondo intero continuò a tenere i riflettori accesi su San Giovanni ed il Valdarno fino alla notizia dell’individuazione dell’uomo,  pirata della strada, che l’aveva investita, a suo dire, senza essersi accorto di niente lasciandola lì, nelle acque del canale. Adesso l’uomo ha scontato la pena che la giustizia gli ha inflitto mentre il Valdarno continua a ricordarsi di lei, dei suoi capelli biondi e dei suoi occhi azzurri. Anche in questi giorni, davanti alla targa, apposta un anno dopo il ritrovamento del corpo nel luogo dell’incidente, qualcuno ha lasciato dei crisantemi,  segno che Allison resta nel cuore di questa terra Toscana da lei tanto amata.

Articoli correlati