Cerca
Close this search box.

Dipendenti con il Covid e in quarantena. La ditta che sta eseguendo i lavori alla palestra del Matassino chiede una proroga

La ditta ACME, che si sta occupando dei lavori alla palestra di Matassino, ha chiesto al Comune di Figline e Incisa Valdarno una proroga di un mese per completare gli interventi. I motivi sono legati principalmente al Covid. Alcuni dipendenti si sono presi il virus, altri sono sottoposti a quarantena preventiva. Ci sono poi difficoltà sia nell’arrivo che nell’approvvigionamento dei materiali, per una carenza di materie prime importate principalmente da Ucraina e Russia.
Nonostante i ritardi nell’esecuzione degli interventi, la ditta ha comunque già provveduto ad eseguire la nuova copertura dell’edifico: le parti in amianto, quindi, sono state completamente eliminate sia dal soffitto che dal controsoffitto, seguendo un apposito piano di piano di rimozione che ha avuto l’ok dal Dipartimento di Prevenzione Azienda USL Toscana Centro e che è stato eseguito da una ditta specializzata. Le opere strutturali, che hanno reso l’edificio anche più sicuro dal punto di vista statico e sismico, sono dunque quasi completate. A seguire verranno eseguite le finiture, sia sulla copertura che sui servizi igienici.

Articoli correlati