Cerca
Close this search box.

Il Calcit Valdarno a sostegno dei bambini ucraini oncologici che arriveranno in Toscana

Ancora una bella iniziativa del Calcit Valdarno, che in questi anni è stato una colonna portante del sistema sanitario della vallata. Il 7 marzo scorso, in occasione della riunione del consiglio direttivo, il comitato autonomo lotta contro i tumori ha deliberato all’unanimità un punto all’ordine del giorno per devolvere dei fondi a sostegno dei bambini ucraini oncologici che saranno ospitati dalle strutture sanitarie della nostra regione Toscana, in primis il Meyer di Firenze. Dopo gli aiuti elargiti in periodo di pandemia, il Calcit Valdarno, quindi, si dimostra, ancora una volta sensibile a ciò che sta accadendo nel mondo. Dall’inizio della pandemia ad oggi, grazie alle donazioni, sono stati investiti 250.000 euro per la sanità valdarnese, nello specifico per i malati oncologici. Tra gli investimenti più importanti legati all’oncologia, un dosimetro per la radioterapia e per il trattamento encefalico, costato ben 120.000 euro. 60.000 euro, invece, sono stati spesi per una macchina tecnologicamente all’avanguardia che consente di effettuare esami radiologici a casa dei pazienti più fragili, impossibilitati a recarsi in ospedale.

Articoli correlati