Cerca
Close this search box.

Terranuova: riaperto il nido comunale. Fasce orarie differenziate e bimbi divisi in “bolle” con spazi e accessi riservati

Una nuova ripartenza all’insegna della corresponsabilità mantenendo alta l’attenzione sugli aspetti educativi. Da stamani è ripartito il servizio del nido comunale di Terranuova che ospita 49 bambini.
“Grazie ad un accurato e condiviso lavoro abbiamo potuto dare avvio ad un nuovo anno educativo – ha detto il sindaco, Sergio Chienni – garantendo il rispetto delle linee guida ministeriali in termini di norme anti contagio. Auguriamo un buon inizio alle educatrici, ai bimbi e alle famiglie coinvolte nel servizio. Nel rispetto delle nuove regole di accesso e di comportamento non abbiamo dimenticato la nostra priorità, ovvero il benessere dei bambini, lo stare insieme e un valido accompagnamento alla loro crescita. Ci tengo a ringraziare le famiglie e il personale per la collaborazione e l’assessore Grifoni e i nostri dipendenti per il lavoro svolto sin qui”.
“Le nuove modalità – ha proseguito l’assessore all’istruzione Sara Grifoni – prevedono fasce orarie differenziate (condivise con i genitori) e i bambini sono stati divisi in gruppi chiamate ‘bolle’, ciascuna bolle ha spazi e accessi divisi e riservati per garantire la sicurezza”.
Ogni mattina è prevista la compilazione di un registro relativo alle presenze del bambino e l’autodichiarazione dei sintomi Covid, con la misurazione della temperatura sia al bambino che all’accompagnatore.
“Una serie di accorgimenti necessari per preservare la salute dei bambini – aggiunge l’assessore – e di conseguenza quella delle educatrici, con l’obiettivo di assicurare la continuità educativa e le figure di riferimento per i più piccoli. È indispensabile la collaborazione di tutti – ha concluso l’assessore – soprattutto nella fase iniziale”.

Articoli correlati