Cerca
Close this search box.

Arresti domiciliari per un uomo. E’ accusato di aver violentato sei studentesse

I Carabinieri della stazione di Arezzo hanno eseguito un ordine di custodia cautelare, con la misura degli arresti domiciliari, nei confronti di uno straniero, residente in un comune della provincia, ritenuto responsabile del reato di violenza sessuale commesso negli ultimi due mesi nei confronti di 6 giovani studentesse, residenti in diversi comuni dell’aretino all’interno di autobus di linea extraurbana. Le indagini che hanno portato all’emissione della misura cautelare, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Arezzo, sono partite dalle dichiarazioni di una ragazza che era stata molestata e che, confrontandosi con altre coetanee, vittime degli stessi abusi, mai denunciati, aveva capito che l’autore era lo stesso.

I Carabinieri, ricevuta la denuncia, hanno avviato le indagini, approfondendo le dichiarazioni della ragazza, alle quali, nel frattempo, si erano aggiunte le testimonianze delle altre cinque. Hanno quindi individuato l’uomo che, a seguito di un servizio studiato appositamente, è stato bloccato ed identificato al capolinea della linea extraurbana di autobus utilizzata quotidianamente per recarsi ad Arezzo. Incensurato e residente in provincia, vive in Italia da diversi anni. Lo straniero è stato sottoposto agli arresti domiciliari in attesa dell’udienza di convalida da parte del GIP del Tribunale di Arezzo. Le persone indagate sono da ritenersi presunte innocenti fino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Articoli correlati