Cerca
Close this search box.

Cristiano Benucci: “Il Valdarno Fiorentino ha bisogno che il Serristori torni ai livelli pre-covid”

“Bene l’ampliamento dell’attività ambulatoriale di neonatologia e pediatria del Serristori, ma il territorio ha bisogno che l’ospedale torni ai livelli pre-covid”. Lo ha detto il consigliere regionale del Partito Democratico Cristiano Benucci in merito alle ultime notizie divulgate sull’ospedale di Figline. Insomma, il messaggio è chiaro. Ci vuole una svolta. “Dopo la riorganizzazione dei servizi nella prima e più complessa fase dell’emergenza pandemica, l’Azienda sanitaria sta gradualmente riattivando a pieno regime tutti i servizi – ha detto Benucci -. Occorre però fare un passo in più e riportarla ai livelli pre-covid 5 giorni e non 3. Occorre, inoltre, completare rapidamente le misure riorganizzative dell’ospedale che erano state annunciate a inizio estate e su cui ancora mancano alcuni interventi importanti come il potenziamento delle attività ambulatoriali e l’attivazione della seconda sala operatoria”.
Benucci ha ricordato che il Serristori ha rivestito in questi anni un ruolo centrale alla lotta al covid e deve quindi ritornare a essere rapidamente un presidio primario per il valdarno fiorentino e la zona sanitaria sud est. “Si tratta di un presidio che deve continuare a svolgere il proprio importante ruolo per l’area di riferimento, integrandosi al meglio con gli altri presidi vicini e con la rete dei servizi territoriali. Serve quindi – ha concluso Benucci – mettere in atto una programmazione precisa per il suo futuro, che tenga conto di quanto già previsto e che laddove necessario prenda in considerazione il potenziamento dei servizi in base all’analisi dei bisogni di salute del territorio, se c’è una cosa che ci ha insegnato il coronavirus è che i nostri ospedali devono raggiungere tutti la massima efficienza e qualità”.

Articoli correlati