Cerca
Close this search box.

Gli investimenti del PNNR in Toscana. Ecco il piano riassuntivo degli interventi

Un bilancio generale delle risorse impegnate dal Pnrr a oggi in Toscana – circa 4 miliardi – e la presentazione del sito dedicato all’attuazione del Piano nazionale di ripresa e resilienza che monitorerà i singoli progetti sul territorio grazie all’aggiornamento, in automatico e manuale, da parte degli uffici regionali. Il sito (www.pnrr.toscana.it) sarà attivo da lunedì 16 maggio. “Ogni cittadino e ogni operatore, soprattutto della stampa, potranno conoscere giorno giorno lo stato dell’arte dei progetti legati all’uso delle risorse”, ha detto stamani il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani, che ha fatto il punto  a tutto tondo sul Piano che, dice, “Più che grandi infrastrutture e opere pubbliche deve avere la capacità ‘polverizzata’ di dare risposte dal più piccolo comune al comune medio fino, naturalmente, a quelli più grandi. Un Piano  molto distribuito che, se vogliamo, risponde alla logica della Toscana diffusa superando quella della Toscana a due o tre velocità”.
Focus dunque sui progetti assegnati attraverso bando o in forza di rapporti diretti, di cui sono destinatarie istituzioni pubbliche e private e anche imprese (30mila i soggetti coinvolti in Italia), distribuiti nelle sei missioni in cui è articolato il Pnrr. E focus anche sui progetti finanziati attraverso altri fondi nazionali connessi al Piano, per i quali ci sono già i decreti di impegno, tra cui il progetto bandiera della Toscana, quello sulla lotta all’erosione costiera.
I circa 4 miliardi in Toscana – sugli attuali 70 complessivi del Piano che alla sua conclusione dovrà impegnarne circa 250, con la relativa integrazione delle risorse per ogni regione – sono dunque distribuiti così: circa 388 milioni sulla prima missione, dedicata a innovazione, tecnologia, connettività e cultura;  oltre 1200 sulla seconda, riferita ad ambiente e mobilità sostenibile; la terza missione, per  trasporti e infrastrutture, impegna attualmente 302milioni; per la missione numero quattro, istruzione, formazione professionale avviamento al lavoro, ci sono 420 milioni; 991 milioni per la missione numero cinque che si riferisce ai piani di rigenerazione, alla lotta alle disuguaglianze anche territoriali; la missione numero sei, dedicata ci sono 453 milioni.
Giani ha parlato anche delle risorse nazionali per i quali ci sono già i decreti di impegno: tra questi i 95 milioni per il progetto bandiera della Toscana contro l’erosione costiera, “su dieci province, cinque si affacciano sulla costa”; 49 milioni  per il ponte tra Signa e Lastra a Signa e 20 milioni per la nuova fermata ferroviaria Guidoni a Firenze. Tra i ‘temi’ ricordati dal presidente lo sport – la voce entrata solo in un secondo momento nel Piano nazionale – che per la Toscana si stima possa valere 50 milioni a fronte del miliardo previsto a livello nazionale.

GLI INTERVENTI DEL PNNR IN TOSCANA 

MISSIONE 1
Connettività
 277 milioni che lo Stato, attraverso la sua partecipata Infratel, ha
previsto per fornire connessioni internet veloci (banda ultra-larga, larga
e 5G) a cittadini ed imprese in Toscana. Per ottimizzare i tempi è già
stato fatto un censimento delle difficoltà di connettività dei territori
ricevendo segnalazioni da 125 comuni
 7,45 milioni per l’attivazione di 169 centri di facilitazione digitale che
saranno distribuiti sul territorio
Cultura
 20 milioni per la riqualificazione del borgo di Castiglione dei Sabbioni,
a cui si aggiungono i 36 milioni che arriveranno alla Toscana dal bando
ministeriale aperto ai comuni sotto i 5mila abitanti. Tenendo conto che
l’investimento massimo per ciascun intervento è di 1,6 milioni
ipotizziamo che circa 20 borghi toscani potranno essere beneficiari
 32,5 milioni per la ristrutturazione di circa 215 edifici ed insediamenti
storici rurali con un bando regionale (con scadenza il 23 maggio
prossimo) e 15 per il recupero di chiese, campanili, conventi monasteri.

MISSIONE 2
Ambiente
 39,6 milioni di interventi di trasformazione degli impianti di
depurazione in ‘fabbriche verdi’
 oltre 120 milioni per la sicurezza il territorio dal rischio di frane e
dagli allagamenti, sempre più frequenti a causa delle alluvioni
 32 milioni per la bonifica dei siti orfani
 17,2 milioni per l’agrosistema irriguo
 11,6 milioni per le isole: al Giglio andranno 6,8 milioni, a Capraia 4,8
milioni, per progetti integrati su energia, acqua, trasporti, rifiuti
 55 milioni per le comunità energetiche di 119 comuni toscani
 16 milioni per la forestazione urbana nei comuni della Città
metropolitana (con queste risorse c’è l’intenzione di progettare il Parco
della piana)
 55 milioni per investimenti in infrastrutture per la sicurezza
dell’approvvigionamento idrico attuati dagli enti gestori del servizio
idrico integrato
 tra 7 e 10 milioni per l’ammodernamento dei frantoi oleari con un
bando regionale
 80 milioni per la realizzazione di 16 nuove scuole grazie anche a un
avviso regionale per l’attribuzione di ulteriori 10 punti alle domande
inserite nella programmazione regionale
 408 milioni che corrispondono a 145 interventi presentati dagli Enti
gestori in risposta al bando nazionale per nuovi impianti di gestione di
rifiuti e ammodernamento esistenti in un’ottica di economia circolare.
Mobilità sostenibile
 222,5 milioni per la tranvia da Le Piagge in direzione Campi, ai quali si
aggiungono i 166 milioni già stanziati a livello nazionale per la tratta
dalla stazione Leopolda a Le Piagge
 150 milioni per la tratta della tranvia Libertà – Bagno a Ripoli
 90 milioni per il rinnovo del parco autobus e 28 per quello dei treni
 23 milioni per ciclovia tirrenica e ciclovia del sole e 5,5 per le ciclovie
urbane a Firenze, Pisa e Siena

MISSIONE 3
Ferrovie, Porti, Intermodalità e Logistica
 77,5 milioni per i progetti di Cold ironing dei porti di Livorno,
Portoferraio e Piombino tenendo conto che per quest’ultimo sono
previsti ulteriori 55 milioni per la realizzazione della SS 398 che
collega il porto di Piombino all’imbarco dei traghetti
 10,15 milioni per il waterfront di Marina di Carrara
 45,6 per la nuova stazione Belfiore dell’alta velocità
 circa 99 per il potenziamento ferroviario della Pistoia-Lucca e 15,4 per
interventi straordinari di manutenzione della rete viaria nelle aree
interne
 oltre ad altre risorse nazionali aggiuntive, 13 milioni per l’acquisto di 2
treni regionali e 2,4 per la ferrovia Arezzo-Sinalunga e Arezzo-Stia.

MISSIONE 4
Scuola
 42,73 milioni per messa in sicurezza e riqualificazione edilizia
scolastica e 102 per la costruzione, riqualificazione e messa in sicurezza
degli asili nido, scuole materne e servizi di educazione e cura della
prima infanzia
 14,7 per l’estensione del tempo pieno nelle scuole
 11 milioni per il potenziamento delle infrastrutture per lo sport nelle
scuole
 84 milioni nell’ambito dell’istruzione professionalizzante per la riforma
degli ITS.

MISSIONE 5
Lavoro
 50 milioni per il solo 2022 da destinare alle politiche sul mondo del
lavoro (se ne prevede circa 100 in totale)
 2,45 milioni per sostenere la lotta al caporalato e allo sfruttamento dei
lavoratori nel settore agricolo
Rigenerazione urbana
 162 milioni di cui 45 mln finanziati a Regione Toscana per i 30
progetti di rigenerazione urbana toscana assegnatari di risorse
nell’ambito del Programma PINQUA
 319 milioni a quasi 190 comuni toscani per interventi di rigenerazione
urbana contro l’emarginazione e degrado sociale
 93,5 milioni la riqualificazione dell’edilizia residenziale pubblica in tutti
gli 11 LODE (Livello Ottimale di Esercizio)
Sport
 Per lo sport, si stima che sul miliardo di euro previsti a livello nazionale
(750 per l’impiantistica sportiva e 300 per le palestre nelle scuole) la
Toscana possa ottenere almeno 50 milioni
 270 milioni di cui 157 dal PNRR per i comuni della città
metropolitana di Firenze per ulteriori interventi sullo sport e sul sociale

MISSIONE 6
Sanità territoriale e innovazione del servizio sanitario
 445 milioni per la sanità territoriale composti da:
o 104,2 milioni per 85 case comunità
o 56,8 milioni per 24 ospedali comunità
o 12,6 milioni per 37 centrali operative
o 118,7 milioni per adeguamento sismico ospedali
o 82,4 milioni per progetti di potenziamento delle infrastrutture
digitali delle strutture sanitarie
o 67,6 milioni per la sostituzione delle attrezzature obsolete delle
strutture sanitarie
 1,9 milioni per finanziare 51 borse di studio per la specializzazione in
medicina
 5,3 milioni per formare 19.488 operatori sulle infezioni ospedaliere.

FONDI STATALI CONNESSI AL PNRR
 95 milioni per il progetto pilota per la lotta all’erosione costiera
 49,9 milioni per il nuovo ponte tra Signa e Lastra a Signa
 circa 20 milioni di euro per la nuova fermata ferroviaria Guidoni che
permetterà l’interconnessione tra la linea ferroviaria e la tranvia.

Articoli correlati

Notice: ob_end_flush(): Failed to send buffer of zlib output compression (1) in /home/valdarno24/public_html/wp-includes/functions.php on line 5420

Notice: ob_end_flush(): Failed to send buffer of zlib output compression (1) in /home/valdarno24/public_html/wp-includes/functions.php on line 5420

Notice: ob_end_flush(): Failed to send buffer of zlib output compression (1) in /home/valdarno24/public_html/wp-content/plugins/iubenda-cookie-law-solution/iubenda_cookie_solution.php on line 813