Cerca
Close this search box.

59enne “scaricato” al Pronto Soccorso. Era cianotico e muore poco dopo. Indagini in corso della Polizia

Episodio inquietante nelle ultime ore ad Arezzo. Un 59enne, in gravissime condizioni, è stato letteralmente “scaricato” nella camera calda del pronto soccorso del San Donato ed è morto poco dopo. In base alla ricostruzione della Polizia, che sta effettuando le indagini ascoltando anche il personale sanitario, un’auto è sopraggiunta nella zona dell’ospedale, dirigendosi verso l’area che sta tra il primo ed il secondo ingresso del Pronto Soccorso,  la cosiddetta camera calda . Poi ha lasciato a terra l’uomo, agonizzante.

 

 

I soccorritori si sono precipitati sul posto e si sono resi conto che il 59enne era cianotico Vani i tentativi di salvarlo, perché l’uomo è morto poco dopo. Immediata la chiamata alle forze dell’ordine. I poliziotti, giunti al San Donato, in base alle informazioni raccolte, avrebbero subito inviato una foto ai colleghi della Questura, che hanno identificato il corpo del poveretto, a loro già noto. Adesso il medico legale dovrà stabilire quando effettuare l’autopsia. La polizia, per cercare di identificare chi ha scaricato la vittima davanti al Pronto Soccorso, potrà avvalersi anche delle immagini delle telecamere della zona.  Sul caso vige ovviamente il massimo risebo.

Articoli correlati