Cerca
Close this search box.

L’Istituto “Giovanni da San Giovanni” aderisce al nuovo liceo del Made in Italy. Attesa la risposta della Regione

Sono due gli istituti della provincia di Arezzo che hanno aderito al nuovo Liceo del Made in Italy, previsto per legge dal 27 dicembre scorso. Si tratta del “Colonna” di Arezzo e del “Giovanni da San Giovanni” di San Giovanni Valdarno. Il plesso valdarnese, presieduto dalla professoressa Lucia Bacci (nella foto in alto), entro il 15 gennaio ha depositato la richiesta, che potevano portare avanti solo le scuole, statali e paritarie, che già erogano l’opzione economico-sociale del percorso del liceo delle scienze umane. E’ il caso dell’istituto di piazza Casprini, che metterà a disposizione del Liceo del Made in Italy una classe. Ma per attivare il nuovo percorso di studi è necessario l’imprimatur della Regione Toscana, che ha ricevuto la domanda, inviata anche all’ufficio scolastico regionale. Una risposta dovrebbe arrivare entro la fine di questa settimana.

Il piano di studi nel biennio prevede lingua e letteratura italiana, storia e geografia, diritto, economia politica, lingua e cultura straniera, lingua e cultura straniera, matematica e informatica, scienze naturali*, biologia, chimica e scienza della terra, scienze motorie e sportive, storia dell’arte, religione cattolica o attività alternative.

Articoli correlati