Cerca
Close this search box.

Doppio omicidio di Bagno a Ripoli. L’anziano aveva lavorato per anni alla Behringer di Reggello. La sorella è stata sindaco di Figline

Era legato anche al Valdarno Umberto Della Nave, l’84enne morto insieme alla moglie Dina nella sua casa di Bagno a Ripoli il 5 dicembre scorso. Inizialmente si pensava a un incendio, ma le indagini dei carabinieri hanno portato ad un epilogo ben diverso. Doppio omicidio, con un indagato: un 46enne che conosceva la coppia. Avrebbe ucciso i due anziani a scopo di rapina e poi cercato di coprire il delitto dando fuoco alla casa. Adesso si trova a Sollicciano.

Umberto aveva forti legami anche con il Valdarno. Dopo aver lavorato per anni alla Behringer di Reggello, a due passi dal casello autostradale di Incisa Reggello , adesso De Angeli, aveva rilevato il negozio di prodotti agricoli del padre proprio sotto casa. Umberto lascia poi, oltre al fratello Mario, anche la sorella Franca, che è stata la prima sindaca del comune di Figline. Entrò in carica nell’ottobre del 1978 a seguito delle dimissioni di Sergio Staderini, che guidava la città di Marsilio Ficino da 8 anni e che lasciò l’incarico in anticipo rispetto alla sua scadenza naturale. Franca Della Nave rimase in carica fino a luglio del 1980. La moglie, invece, era figlia unica e aveva insegnato in alcune scuole del Fiorentino.

Articoli correlati